Abitare lo spazio | del dentro e del fuori

Quartiere Santo Stefano e Zona Bolognina
progetto a cura di Associazione Jaya e Associazione Samà
progetto a cura di Associazione Jaya e Associazione Samà
METRO_abitare_black.jpg

Domenica 30 agosto ore 18.00-21.30

Santo Stefano
con Giulia Berra, Sara Giordani, Alessandro Tampieri


Mercoledì 9 settembre ore 18.00-21.00

Bolognina
con Giuditta de Concini, Sara Giordani e con la partecipazione straordinaria di Davide Fasulo


Progetto a cura di Associazione Jaya e Associazione Samà.


Qual è la relazione tra il corpo, il modo in cui ci si muove in uno spazio, lo si coglie, ce ne si appropria e il proprio spazio intimo, fatto di pensieri, esperienze, emozioni, impulsi? In che modo i luoghi urbani o naturali influenzano il nostro stare?
Creare permeabilità, continuità, tra il dentro e il fuori, tra noi e gli altri, i luoghi e l'ambiente che ci ospitano.
Tre ore o poco più per esplorare spazi urbani, sostare nei luoghi, abitarli. Stare in relazione. Mettersi in gioco e giocare, per costruire ognuno una propria personale guida poetica.
Una caccia al tesoro che non è quello che sembra. Tracce dal passato, spunti letterari, storici, ispirazioni musicali e il nostro presente fatto di immagini, gesti, suoni, colori per osservare, scoprire e raccontare uno spazio cittadino, farne esperienza, con sé e con gli altri.
Un percorso che dal centro porta verso la periferia, per ritornare così da dentro a fuori.


L’evento avrà luogo con un minimo di 5 ed un massimo di 15 iscritti, la prenotazione è obbligatoria.

  • costo: 20€ (+ tessera assicurativa 15€ Jaya o Samà)


MetRO è un progetto partecipato e condiviso di riflessioni, pratiche, percorsi e interviste. Un calendario di attività che nascono dall'esigenza di approfondire insieme questo particolare momento storico, per ripartire e andare oltre, riaffermando la propria presenza in un mondo a tre dimensioni.
Proposto da Associazione Culturale Jaya e Associazione Culturale Samà con il contributo del Comune di Bologna, MetRO declina il concetto della parola ‘metro’ in tutte le sue accezioni, da regola ferrea del social distancing, a unità di misura di superfici e volumi, unità ritmica della poesia e della musica, ma anche modalità di giudizio nel nostro modo di vedere il mondo.
Dopo un primo momento di riflessioni post lockdown, un ciclo di interviste che costituiranno l'archivio video di testimonianze per corpo sociale e gli incontri laboratoriali di pratiche condivise tra yoga, tecniche somatiche, danza indiana Bharatanatyam, teatro fisico e tecniche teatrali con focus su respiro, pelle e occhi, MetRO propone ora i quattro appuntamenti urbani di percorsi e un momento supplementare di pratiche, programmato a fine settembre come conclusione del lavoro fatto ad apertura delle attività annuali.
 


Tutta la programmazione di MetRO si svolge solo in ottemperanza ai decreti ministeriali e alle direttive locali per la salute delle persone.


associazionejaya.it

facebook.com/AssociazioneCulturaleJaya

FB METRO bologna estate 2020
FB Associazione Culturale Samà