Angioletta Iannucci Cecchi - Elena Faccani - Maria Cristina Mazza - Nazzareno Carusi

Sala Net Service Digital Hub
Go Bassi Concerts | "Conoscere la Musica" – Stagione 2019
Go Bassi Concerts | "Conoscere la Musica" – Stagione 2019
Iannucci Cecchi-Faccani-Mazza-Carusi.jpg

Conoscere la Musica - Stagione 2019
“Go Bassi Concerts”

ANGIOLETTA IANNUCCI CECCHI & ELENA FACCANI & MARIA CRISTINA MAZZA & NAZZARENO CARUSI
Violino • Viola • Violoncello • Pianoforte

Musiche di R. Schumann

Angioletta Iannucci Cecchi. Ha conseguito il diploma di violino sotto la guida del M° A. Bigonzi presso il Conservatorio “G.Rossini” di Pesaro con il massimo dei voti e la lode. Ha studiato presso l’Universität für Musik und Darstellende Kunst di Vienna nella classe di D. Schwarzberg. Nel 2010 è stata selezionata come spalla dei primi violini nell’Orchestra Giovanile Italiana e ha suonato sotto la guida dei Maestri R. Muti, G. Ferro, J. Webb e A. Battistoni; è stata primo violino dell’Orchestra dell’Accademia Mozart e ha suonato con grandi solisti tra cui il M° Bronzi, il M°Lonquich e il M° Waskiewicz. Nel giugno 2012 ha vinto il primo premio al concorso di Firenze “Premio Crescendo”. Collabora stabilmente con l’orchestra Filarmonica di Bologna. Dal 2014 al 2017 ha frequentato il corso di Musica da Camera all’Accademia di Imola con il M° N. Carusi diplomandosi con il massimo dei voti. E’ la violinista del Trio di Imola con il quale ha vinto il primo premio al concorso di Rimini nel 2016, il primo premio assoluto all’ “European Music Competition Città di Moncalieri” nel 2016 e il primo premio al concorso internazionale “Musica Insieme 96” di Asti nel 2017. Inoltre è primo violino della WunderKammer Orchestra, progetto culturale nato da un’idea del Maestro pianista e compositore Paolo Marzocchi per portare la musica sinfonica e il teatro musicale dove normalmente un’orchestra non può arrivare.

Elena Faccani. Nata a Bologna, si diploma con il massimo dei voti in violino a Milano al Conservatorio “G. Verdi” e in viola a Piacenza al Conservatorio “G. Nicolini”. I suoi studi proseguono a Ginevra con C. Romano, all’Accademia Chigiana e con G. Carmignola e F. Gulli, ottenendo sempre borse di studio e riconoscimenti. Nel 1997 ha eseguito il Concerto per violino e orchestra di Beethoven nella Sala Verdi di Milano e ha vinto il secondo premio alla Rassegna Violinistica di Vittorio Veneto. Vincitrice di borse di studio, ha frequentato le lezioni di F. Manara presso l’Accademia di Perfezionamento Musicale “L. Perosi” di Biella, e ha vinto il terzo premio all’omonimo Concorso Internazionale. E’ stata il Primo Violino dell’Orchestra Accademia della Filarmonica della Scala, tenendo concerti in varie città italiane, diretta da W. Sawallisch, I.Karabatchevsky, I. Temirkanov. E’ stata allieva di A. Chumachenco, diplomandosi presso l’Accademia “L. Perosi” di Biella (massimo dei voti e menzione speciale della Giuria). Nel 2001 ha vinto il Concorso Internazionale del Teatro alla Scala presieduto da Riccardo Muti e fa parte stabilmente dell’Orchestra nella fila dei Primi Violini. Come violista solista ha eseguito la Sinfonia Concertante di Mozart con l’Orchestra Regionale della Toscana. Ha vinto il premio “Barbirolli” alla nona edizione del Concorso Internazionale per Viola “Lionel Tertis” (Gran Bretagna) conferito al concorrente con il più bel suono.

Maria Cristina Mazza. Nata in Germania, inizia gli studi al Konservatorium Darmstadt e prosegue poi alla Cello Academy in Danimarca. Studia poi al Conservatorio di Milano con R. Filippini, dove si diploma con il massimo dei voti. Dopo il Master alla Hochschule Stuttgart fa ritorno a Milano per il biennio di specializzazione. Contemporaneamente si perfeziona all’Accademia Stauffer di Cremona. all’Accademia Chigiana, al Festival delle Nazioni e altre prestigiose istituzioni con Maestri come Brunello, Dindo, Polidori, Bronzi, Meunier, Berger, Trio di Trieste e Quartetto Melos. Appassionata camerista, ha svolto intensa attività in tutta Europa, Asia e America, collaborando con svariate istituzioni tra cui Società dei Concerti di Milano, Amici del Loggione della Scala, Società Umanitaria nonché Mozarteum Argentino e Fundacion Beethoven cilena. Sempre in veste cameristica ha partecipato inoltre a manifestazioni come Musik in der Kunst Berlin, Interkonzerte Mozarteum Salzburg, i Festival Mito, Ravenna, Spoleto, San Gimignano, Milano Musica e Incontri con il Maestro. Parallelamente ha portato avanti la sua carriera orchestrale, esibendosi nei più importanti teatri d’Italia ed esteri sotto la direzione di Maestri quali Muti, Masur, Maazel, Temirkanov, Abbado e Chailly. Tra il 2004 e 2008 è stata membro dell’Orchestra Cherubini di R.Muti e dal 2009 al 2016 concertino dei violoncelli al Teatro Petruzzelli di Bari. nazzareno carusi è nato a Celano e vive a Ravenna per amore. Ha dato concerti in tutto il mondo e le registrazioni dal vivo di tre suoi recital alla Scala di Milano, al Teatro Colón di Buenos Aires e alla Northeastern Illinois University di Chicago sono state pubblicate dalla EMI, per la quale è uscito anche il divertissement “Notturno”. Altri suoi dischi sono editi da Amadeus, Eloquentia e Carosello Records. Maestro della Accademia Pianistica Internazionale di Imola e del Conservatorio di Adria, consigliere artistico del Concorso “Busoni” di Bolzano, già autore per l’Istituto Luce, Mediaset e Panorama, tiene da quest’anno una serie di “dialoghi sulla musica” per la “Fondazione Irti” di Roma.

Nazzareno Carusi. Nato a Celano e vive a Ravenna per amore. Ha dato concerti in tutto il mondo e le registrazioni dal vivo di tre suoi recital alla Scala di Milano, al Teatro Colón di Buenos Aires e alla Northeastern Illinois University di Chicago sono state pubblicate dalla EMI, per la quale è uscito anche il divertissement “Notturno”. Altri suoi dischi sono editi da Amadeus, Eloquentia e Carosello Records. Maestro della Accademia Pianistica Internazionale di Imola e del Conservatorio di Adria, consigliere artistico del Concorso “Busoni” di Bolzano, già autore per l’Istituto Luce, Mediaset e Panorama, tiene da quest’anno una serie di “dialoghi sulla musica” per la “Fondazione Irti” di Roma.


Info biglietti