Beatrice Gallori. So this is life

Galleria Stefano Forni
mostra | Art City Segnala
mostra | Art City Segnala
Beatrice Gallori_m(others) phase#02 tecnica mista su tela 120x120 2017.jpg

C’è un conflitto eterno tra la materia organica e quella inorganica, tra l’esuberanza miracolosa delle cellule e la fissità solida del composto privo di vita, tra la forma in fieri e quella solidificata, tra la sfera e il cubo, tra il caos e il cosmo, tra l’apollineo e il dionisiaco. Si gioca nell’interstizio tra queste diadi il lavoro di Beatrice Gallori, cioè nel punto in cui sembra che l’essere aggredisca il non essere o che il non essere prevalga infine sull’essere. Un lavoro di una raffinata lucentezza che fa della Gallori una delle artiste più interessanti della sua generazione: a metà tra la cultura pop degli anni Ottanta (per l’uso dei materiali lucidi e colorati), lo Spazialismo degli anni Sessanta (per le estroflessioni oltre la bidimensionalità) e l’arte concettuale più recente legata alle scoperte della scienza e della biologia.

In questa sua nuova mostra l’artista afferma un'autonoma definizione della scultura, che cerca di dare dimensione al nostro rapporto con la realtà più intima delle cose, come relazione in grado di trasformare la materia. Lo schermo della parete viene infranto così dallo specchio, che muta continuamente il contesto delle forme organiche, fuoriuscendo da geometrie elementari come particelle di un grande e inquieto organismo vitale.


Orari di apertura:

fino al 31 gennaio 2020 martedì-sabato ore 10-12:30 e 16-19:30

Orari di apertura ART CITY Bologna:

venerdì 24 e domenica 26 gennaio ore 10-20, sabato 25 gennaio ore 10-24

Ingresso libero