InsolvenzFest

Luoghi vari a Bologna
I dialoghi pubblici per capire crisi debiti e diritti | Il tempo dei debiti
I dialoghi pubblici per capire crisi debiti e diritti | Il tempo dei debiti
SAN DOMENICO.jpg

I dialoghi pubblici per capire debiti crisi e diritti tornano a Bologna con l'ottava edizione del festival. Nei teatri e sale del centro storico dialogheranno più voci sui temi del debito e delle insolvenze – nel settore privato, delle imprese e nell’economia pubblica – nel corso delle iniziative, aperte a tutti, promosse dall’OCI (Osservatorio sulle crisi d’impresa), con il contributo di esperti di diritto, economia, filosofia, letteratura e giornalismo.

Per l'edizione 2019, lezione il 19 settembre con l'attore Stefano Bicocchi, in arte Vito sul "tempo dei debiti", tema principale del Festival.

Dal 20 al 22 settembre e tra le sessioni: Le infedeltà degli italiani per i debiti pubblici (la giornalista e scrittrice Nunzia Penelope e il giudice della Corte dei conti Massimo Romano). La mafia a Nord e le sue forme originali (la professoressa Stefania Pellegrini e il procuratore della DDA di Milano Alessandra Dolci). La mafia a Sud e i suoi affari da inabissamento (il procuratore di Messina Maurizio De Lucia e il giornalista de la Repubblica Enrico Bellavìa). La diffidenza dei risparmiatori ad investire nei mercati finanziari e i controlli (Marcello Minenna, Consob e Paolo Mondani, giornalista di Report). I lavori a spina e i riders (il magistrato della Cassazione Luigi Cavallaro e la giornalista de il Fatto Quotidiano Chiara Brusini). Il fenomeno del lobbying e la fiducia nel mandato parlamentare (il professor Roberto Di Maria e Sabrina Giannini, giornalista e autrice TV).

Ed ancora: il professore dell'Università di Ferrara Alessandro Somma e il giornalista de il Sole 24 Ore Alberto Orioli (reddito di cittadinanza e dintorni assistenziali), il magistrato della Cassazione Luca Ramacci e il giornalista Toni Mira (debito di suolo e debito d'aria nell'inquinamento italiano), i professori dell'Università di Bologna Giorgio Spedicato e Riccardo Rovatti (sulla digitalizzazione delle conoscenze e il lavoro), il vicedirettore de la Repubblica Sergio Rizzo e il magistrato Paolo Ielo (la corruzione delle classi decidenti), mons. Matteo Zuppi, teologo e vescovo di Bologna con Giorgio Mion, professore associato di economia aziendale dell'Università di Verona (l'economia di carità e le istituzioni del terzo settore nella crisi del welfare), il professor Mauro Maltagliati, dell'Università di Firenze, sulle povertà assolute e relative e il sovraindebitamento, con il prof. Marco Musella dell'Università di Napoli Federico II.

Il tempo dei debiti verrà così dibattuto da Massimo Ferro con il giurista  Bruno Inzitari e la sociolinguista Vera Gheno.

Destinatari: la cittadinanza, studenti, professionisti e non esperti, interessati al rapporto tra giurisdizione e insolvenze, nonché alle rappresentazioni mediatiche sui temi della formazione del debito, la concorrenza, la percezione delle crisi finanziarie, economiche e del sovraindebitamento individuale e delle famiglie, le ludopatie, l’economia criminale, i debiti degli Stati. Con i diritti nel tempo della crisi.

Accesso gratuito a tutte le sessioni del Festival, con iscrizione obbligatoria online sul sito