ESISTENZE. Arte visionaria e scrittura ispirata

Cimitero della Certosa
spettacolo
spettacolo
Certosa_estate_2020_esistenze

“ESISTENZE. Arte visionaria e scrittura ispirata” di Giusi Ulivieri.

«Con questa proposta intendo portare alla luce quello che è il mio lavoro artistico di quest'ultimo decennio. È un lavoro che si basa sulla produzione di volti, che non derivano da una introspezione esplicita, o da tecniche pittoriche, ma da manifestazioni che accadono involontariamente sulla carta. Il dialogo avviene attraverso le mani nude e la fusaggine, su di un foglio. Successivamente al disegno, le mani ispirate scrivono. Questa mostra l'ho ideata per la Certosa, che reputo l'ambientazione più consona per questa mia "mediazione" artistica ed il mistero che la ispira. La mostra ospita il noto maestro e danzatore Sufi: Ayman Aly. Il Sufi come dimostrazione di assenza di confini culturali e di barriere mistiche all’interno del vero Scopo della Vita. Il Sufi è l’aspirazione dell’umano verso l’Assoluto, connessa al mondo reale. Il Sufi ha fatto, della ricerca del Divino in noi, l’unico scopo della sua vita. Il vero Senso della Vita».

Portati un cuscino o un plaid, starai più comodo e lo spettacolo sarà ancora più emozionante.

A cura dell’Associazione culturale Correnti d'Arte - Compagnia d’Arte Drummatica.
Prenotazione obbligatoria al 333 9719568 o giuma7@alice.it.
Ritrovo 30 minuti prima presso l'ingresso principale della Certosa (cortile Chiesa).
L'evento si terrà anche in caso di maltempo

Ingresso: € 12,00 (per ogni ingresso pagante due euro saranno devoluti per la valorizzazione della Certosa)

Indicazioni per partecipare:

Il numero di posti sarà limitato; mascherine obbligatorie da tenere correttamente sul volto per tutta la durata dell'appuntamento; è obbligatorio mantenere la distanza di sicurezza di 1 metro dagli altri partecipanti che non appartengono allo stesso nucleo familiare.
Il pagamento in contanti sarà possibile a condizione che i soldi siano contati e consegnati in busta chiusa e trasparente: non è possibile dare alcun resto.
In caso di febbre superiore a 37.5°, raffreddore e/o tosse non è possibile presentarsi all'appuntamento.