Matera Plovdiv la retta via della cultura

Circolo ARCI Benassi
Plovdiv-Isabella-Donato-e-Milo.jpg

Matera Plovdiv la retta via della cultura (2019)
da un’idea di Donato Vena
regia di Isabella Trovato
con Donato Vena, Isabella Trovato, Hiristo Pavlov, Andrea Giuliani, Simona Gabrielova Pavlova, Francesco Paone, Nano Endrin

E' un film che unisce le due capitali europee della cultura 2019 attraverso l'avventura vissuta dal lucano Donato Vena partito da Reggio Emilia alla volta di Matera per poi proseguire fino a Plovdiv, per ritrovare un amico bulgaro che non vede da oltre 25 anni. In compagnia della carovana delle mappe di ghiga, Donato viaggia lungo un’ipotetica retta via tracciata sul globo che unisce i due paesi, Italia e Bulgaria.

Un viaggio che si sviluppa lungo i fantomatici 700 km di cultura di cui è infarcita questa retta via, attraversando dunque quattro stati, Italia, Albania, Macedonia del Nord e infine Bulgaria, passando per mare e terra, scoprendo usi e costumi delle popolazioni locali, svelando paesaggi, raccogliendo testimonianze, tra i sapori e i saperi dei luoghi visitati. Una sfida quella di Donato Vena e della carovana che lo segue: riuscire a piantare un paletto o tirare il filo rosso della cultura che unisce popoli diversi in otto punti lungo questo viaggio dai quali passa la retta via della cultura. Tra questi per esempio il parlamento albanese come anche un vasto campo della Bulgaria, dove per segnare il tracciato si è dovuto ricorrere ad un aratro antico tirato da un cavallo. Fino al finale a sorpresa.

A fare da collante tra gli Stati attraversati sono la musica, i balli folk e le tradizioni religiose, all'insegna di un concetto di cultura che passa necessariamente anche attraverso la tradizione popolare.

Dato l'interesse culturale, il docufilm ha ottenuto il patrocinio: della Fondazione Matera-Basilicata 2019, Plovdiv 2019, Comuni di Matera, Reggio Emilia e Modena, Regioni Basilicata ed Emilia Romagna e un riconoscimento dal Ministro della Cultura on. Dario Franceschini 


ingresso gratuito
per informazioni 051 450155 – 334 1136944

Dopo la proiezione è previsto anche un incontro tra il pubblico e gli autori del docufilm.