Lucrezia Borgia

Teatro Comunale
Con l’étolie Eleonora Abbagnato
Con l’étolie Eleonora Abbagnato
abbagnato1.jpg

Per motivi indipendenti dal Teatro il balletto in prima assoluta Lucrezia Borgia, previsto il prossimo 4 e 5 marzo al Comunale di Bologna, verrà posticipato al 25 e 27 settembre.
Al suo posto, nelle stesse date di marzo, andrà in scena il Gala Internazionale Les Étoiles, inizialmente programmato per settembre, che aprirà così la Stagione di Danza 2020.

Coloro che sono in possesso di abbonamenti e biglietti acquistati per Les Étoiles del 26 settembre ore 20.30 potranno accedere direttamente in sala il 4 marzo ore 20.30 (turno E); mentre chi è in possesso di abbonamenti e biglietti per Les Étoiles del 27 settembre ore 15.30 potrà accedere direttamente in sala il 5 marzo ore 20.30 (turno F).

Allo stesso modo, chi avesse acquistato abbonamenti o biglietti per Lucrezia Borgia del 4 marzo ore 20.30 potrà accedere direttamente in sala il 25 settembre ore 20.30 (turno E); mentre coloro che hanno acquistato abbonamenti o biglietti per il 5 marzo ore 20.30 potranno accedere direttamente in sala il 27 settembre ore 15.30 (turno F).

I titoli d'ingresso già acquistati per i due spettacoli restano dunque validi per le nuove date sopra indicate e daranno l'accesso in sala senza bisogno di alcuna sostituzione.

Per tutte le altre necessità, per ulteriori chiarimenti o informazioni, ci si può rivolgere alla biglietteria del Teatro Comunale di Bologna in Largo Respighi 1, dal martedì al venerdì dalle 12.00 alle 18.00, il sabato dalle 11.00 alle 15.00. Tel. +39 051.529019 / Fax +39 051.529995, boxoffice@comunalebologna.it

Nell’anniversario dei 500 anni dalla morte, Lucrezia Borgia si affaccia per la prima volta sulle scene del balletto in una nuova creazione presentata in prima assoluta al Teatro Comunale di Bologna. Librettista, coreografo e regista è l’eclettico Giuliano Peparini, talento internazionale, che ispirandosi liberamente al dramma di Victor Hugo si concentra sulla vicenda dell’incontro tra la nobildonna rinascimentale e il figlio Gennaro, nato dal rapporto incestuoso con il fratello Cesare. Nei panni eleganti della controversa figura è l’étoile Eleonora Abbagnato, che presta il suo fascino misterioso agli eccessi, alle perversioni, agli intrighi tramandati dalla storiografia. La danza che affiora dalla drammaturgia, visual art e fashion couture a definire la scatola scenica, la partitura avvincente eseguita dal vivo dall’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna: Lucrezia Borgia si candida a nuovo classico del balletto contemporaneo.