(RE)framing our identities

Camera Metropolitana del Lavoro
mostra collettiva | Art City segnala
mostra collettiva | Art City segnala
(RE)framing our identities.jpg

Mostra collettiva a cura di Hundred Heroines (London, UK) con opere di Carol Allen-Storey, Marion Belanger, Reme Campos, Marysa Dowling, Denise Felkin, Sonia Lenzi, Laura Mallett, Petulia Mattioli, Carolyn Mendelsohn, Anne- Marie Michel, Ellie Ramsden, Arabella Schwarzkopf.

Nel 2018, in occasione del centenario del diritto di voto delle donne nel Regno Unito, la Royal Photographic Society (RPS) ha lanciato una campagna pubblica per identificare un centinaio di fotografe di tutto il mondo. Tra le migliaia di nomination ricevute, sono state selezionate le prime cento eroine. Attraverso questa campagna, RPS voleva mostrare e promuovere il lavoro delle fotografe contemporanee in quel che rimane ancora oggi un mondo tradizionalmente maschile. Il risultato e l'impatto di questa campagna sono stati così ampi che si è dovuto cambiare il modus operandi per fornire un'infrastruttura più solida, oltre a livelli più alti di supporto, in grado di soddisfare la necessità di includere molte altre donne che usano la fotografia come strumento per il cambiamento. Donne che evidenziano questioni di genere e discriminazioni legate al genere nei loro Paesi, dimostrando la capacità della fotografia di affrontare questioni sociali complesse e di dare potere alle donne.

La campagna aveva generato una serie di iniziative aggiuntive, tra cui “Representation on the Line: (Un)framing our Identities”, una mostra collaborativa nella quale le fotografe avevano esplorato il tema dell'identità attraverso sottotemi quali la cultura, la comunità, il patrimonio, l’eredità, il genere, la sessualità, il lavoro, l’immagine corporea e l’identità personale.

A seguito del successo di quella mostra, nella vecchia centrale telefonica di Chelsea, a Londra (uno spazio di circa 900 mq dove hanno esposto 90 artiste), è iniziata sia una tournée, sia l’idea di avviare nuove esperienze che facciano passi avanti verso l'eliminazione delle barriere all'ingresso e al successo in fotografia e nelle arti visive. Tutto questo ha fatto quindi germogliare i semi per una piattaforma più ampia,

Hundred Heroines, che verrà usata per raggiungere un pubblico allargato, aumentando la visibilità delle donne che lavorano con la fotografia.

Fino al 15 marzo 2020 lunedì-venerdì 10-18


Orari di apertura ART CITY Bologna:

venerdì 24 e domenica 26 gennaio ore 10-20, sabato 25 gennaio ore 10-22

Ingresso gratuito