Richard Jewell

Cinema Lumière - Sala Scorsese
(USA/2019) di Clint Eastwood (129')
(USA/2019) di Clint Eastwood (129')
richardjewell_.jpg

A quasi novant'anni Clint Eastwood aggiunge un nuovo tassello alla sua galleria di 'eroi per caso' a stelle e strisce raccontando la vera storia di Richard Jewell, un bamboccione tarchiato leggermente disadattato con madre iperprotettiva al seguito (magnifica Katy Bates, giustamente candidata all'Oscar), che, dopo aver vissuto i suoi quindici minuti di celebrità per aver sventato un attentato durante le Olimpiadi di Atlanta, viene ingiustamente accusato da media e FBI di aver inscenato l'attacco. "Lo spettro del terrorismo interno di destra percorre il film, un nemico invisibile e senza nome che mina le luminose certezze dell'ottimismo americano. È un racconto morale sulla vulnerabilità del singolo cittadino di fronte al potere dello stato, schiacciato dalle minacce del tritacarne mediatico. Come in Ore 15:17 - Attacco al treno e The Mule, a Eastwood interessa soprattutto mostrare cosa accade a un uomo ordinario sotto il peso di circostanze eccezionali."
(A.O. Scott, "The New York Times")

Lingua originale con sottotitoli