Saturn Dreaming: Mercury across the border

London Eye School
mostra | Art City Segnala
mostra | Art City Segnala
Bailey_Licking the sunrise from a setting dawn.jpg

Nancy Young Kim, Madeleine Primavera Bailey. Saturn Dreaming: Mercury across the border

“Saturn Dreaming: Mercury across the Border” è un progetto che esplora il concetto di identità attraverso l’idea di spazio e luogo. Lavorando con diversi registri all’interno della poetica visiva della pittura e della fotografia, le artiste Nancy Young Kim e Madeleine Primavera Bailey affrontano stati di spaesamento, fisico e psicologico, determinati da paesaggi socio-politici in mutazione nel mondo.
L’artista asiatico-americana Nancy Young Kim contempla l’esperienza di persone emigranti nel contesto di culture dominanti. Figlia di immigrati coreani nel Michigan, si ritrova ora ad essere lei stessa immigrata in Italia: il suo lavoro prende spunto da queste esperienze di alterità, estraneità ed identità, e l’artista le codifica in elementi pittorici. In reazione ai tropi e alle metafore contaminate ed infestate che vengono affibbiate agli immigrati, lei invoca codici visivi di malattie per creare lavori, sia attraenti che disturbanti, che fungano da metafore dell’essere straniero, e incoraggino gli spettatori a trovare grazia attraverso il proprio essere straniero interiore.
I lavori dell’artista di Chicago Madeleine Primavera Bailey si manifestano quali romantici paesaggi con parti mancanti. Come un’investigazione dentro all’oscillazione tra soggetto e oggetto ontologico, la sua arte esplora la dislocazione nel tempo e nello spazio. Il Greenwich Mean Time (GMT) ha aiutato la navigazione via mare del mondo intero e ci ha lasciato con un mondo teoricamente diviso in 24 zone, ognuna delle quali si differenzia da quella precedente di un’ora. Col passare degli anni, il mondo è divenuto un luogo ben più complesso. I fusi orari sono irregolari, oggetto di cambiamenti politici, geografici e sociali del mondo reale. Paesaggi senza bussola, i suoi dipinti e le sue fotografie catturano il crepuscolo in gesti che esplorano l’anticipazione della notte attraverso le lenti di un giorno che non finisce mai.
Insieme, i lavori di Kim e Bailey tentano di trovare il familiare dentro ad un ignoto in eterna evoluzione.


Orari di apertura ART CITY Bologna:

venerdì 24 gennaio ore 10-20, sabato 25 gennaio ore 18-24, domenica 26 gennaio ore 14-20 |
Le artiste saranno presenti sabato e domenica

Ingresso gratuito

www.londoneyeschool.it | nancykim.net | madeleinebailey.com