Una donna nuova. Teatro-danza e musica elettroacustica

Cimitero della Certosa
spettacolo
spettacolo
Certosa_ognissanti2020_donna_nuova

Con Stefania Megale, musicista, performer (voce, corpo, sassofono, sega musicale, synth, elettronica); Lara Riccio, antropologa, danzatrice (teatro danza, voce, corpo).

Performance site-specific di teatro-danza e musica elettroacustica incentrata sull’importante lavoro messo in atto dalla rivista La Donna di Gualberta Alaide Beccari, promotrice anche del Comitato di propaganda per il miglioramento delle condizioni morali e giuridiche della donna, come esempio di evoluzione e di rivoluzione dei diritti femminili intrapreso a partire dal secolo del Risorgimento a seguito dell’esperienza dei salotti femminili, visti come luogo di interazione e integrazione culturale, artistica, letteraria e politica, organizzati da donne dell’aristocrazia e alta borghesia.

Si passerà attraverso la pubblicistica educativa e scolastica destinata al mondo femminile dell’Ottocento, per arrivare al conseguente lavoro svolto da donne colte e avanguardiste per la rivoluzione dei diritti femminili, per il processo di riforma nell’impianto dell’istruzione e la conseguente “ristrutturazione” della personalità femminile per la creazione di un nuovo ruolo culturale e sociale.
La performance presenterà testimonianza attraverso citazioni ed estratti, creando un filo sottile con le lotte ancora oggi in atto per il diritto all’uguaglianza.
Si consiglia di portare un cuscino/plaid per sedersi.

A cura di Associazione Valigie Leggere.
Prenotazione obbligatoria: tel. 349 1445909 - stef.megale@gmail.com.
Ritrovo all'ingresso principale (cortile chiesa).
L’evento si terrà anche in caso di maletmpo.

Ingresso: € 10,00 (per ogni ingresso pagante due euro saranno devoluti per la valorizzazione della Certosa)

Indicazioni per partecipare:

Il gruppo sarà formato da un numero limitato di persone; mascherine obbligatorie da tenere correttamente sul volto per tutta la durata della visita guidata; è obbligatorio mantenere la distanza di sicurezza di 1 metro dagli altri partecipanti che non appartengono allo stesso nucleo familiare; pagamento solo con soldi contati (no resto) consegnati in busta/sacchetto chiuso trasparente.
In caso di febbre superiore a 37.5°, raffreddore e/o tosse non è possibile presentarsi allo spettacolo.

Foto: Michele Brusa