Formazione nel settore culturale come leva per reagire alla crisi dovuta alla pandemia

Il Comune offre agli operatori culturali bolognesi due webinar sull’organizzazione delle imprese dello spettacolo | venerdì 22 e 29 gennaio 2021 ore~

Leggi
 

Concorso di idee per la progettazione grafica del logo De.Co. Bologna

I progetti devono pervenire al Comune di Bologna entro le ore 12.00 del 2 febbraio 2021

Leggi
 

INCREDIBOL! 2020: i vincitori della nona edizione

I nuovi vincitori INCREDIBOL! sono ben 34 e sono stati scelti tra i 193 progetti pervenuti da parte di associazioni, liberi prof~

Leggi
Leggi tutte le notizie

Introduzione all'arte contemporanea

online
Workshop con Lorenzo Ghelardini | dal 24 novembre 2020, ogni martedì dalle ore 18 alle ore 20:30
Workshop con Lorenzo Ghelardini | dal 24 novembre 2020, ogni martedì dalle ore 18 alle ore 20:30
banner arte cont 2 def.jpg

Il corso si propone come uno strumento di indagine delle varie correnti e degli sviluppi dell’arte contemporanea occidentale a partire dalle prime esperienze di rottura del XIX secolo fino allo scadere del XX.

È rivolto principalmente a “non addetti ai lavori”, a persone curiose e sensibili al mondo delle arti visive, ma anche a professionisti del settore culturale o artisti interessati a incrementare il bagaglio di conoscenze storiche.

>>> OBIETTIVI DEL WORKSHOP
L’obiettivo è quello di far conoscere, attraverso analisi storiche e metodologie interpretative, i processi di sviluppo dell’arte contemporanea partendo da quelli che sono identificabili come gli esordi di un nuovo approccio, da quando mutano, come mai prima, i temi, le tecniche e i fruitori, da quando cioè l’arte si libera di convenzioni ritenute ormai obsolete per percorrere la strada di una sperimentazione radicale.
Si vuole, infine, accompagnare i partecipanti attraverso un percorso a tappe alla scoperta dell’evoluzione delle arti visive contemporanee, teso alla comprensione delle motivazioni di fondo (culturali, tecniche, politiche...) che progressivamente hanno portato ai risultati cronologicamente più recenti.
Si vedrà, soprattutto, come l’arte contemporanea si connoti per il progressivo superamento (e spesso la negazione) dei canoni storici classico-rinascimentali: il superamento dei codici tecnico-formali e dei temi consueti (impressionismo), il superamento della rappresentazione realistica (post-impressionismo e espressionismo), della visione prospettica (cubismo e futurismo), dell’uso di materiali canonici e dell’idea tradizionale di arte (dadaismo e, successivamente, minimal e concettuale), della rappresentazione figurativa (astrattismo), del concetto di unicità dell’opera (pop art), fino al superamento dell’opera d’arte stessa (performance e happening). Contemporaneamente, nonostante questa generale tendenza, sarà evidenziato come l’attenzione per i principi e le forme del mondo classico permanga in certi autori e movimenti, più o meno consapevolmente, optando per una programmatica evocazione dell’antico o per una più istintiva riedizione di canoni formali e compositivi. Non si tralasceranno, poi, i momenti cosiddetti di “ritorno all’ordine”, in cui si attenua quella prorompente (e provocatoria) esuberanza creativa, in cui apparentemente si registrano battute d’arresto o ritorni alla tradizione, ma che comunque recano nuovi apporti, esperienze inedite, risultando fondamentali per comprendere passaggi, processi e successivi sviluppi.
>>> A CHI È RIVOLTO
Il workshop è aperto a partecipanti con qualsiasi background di vita.
Le lezioni sono rivolte ai “non addetti ai lavori”, ai curiosi, agli amanti dell’arte, a chi vorrebbe saperne un po’ di più del nostro contemporaneo, a chi ha studiato discipline umanistiche e vorrebbe approfondire l’arte contemporanea, a chi fa parte di questo mondo ma vorrebbe incrementare il bagaglio di conoscenze o ripassare ciò che ha già studiato in passato ma anche a chi ha studiato tutt’altro e a chi invece non ha studiato nulla.

>>> METODO E PROGRAMMA
Il workshop si sviluppa in 9 lezioni da 2 ore e mezza ogni martedì dalle ore 18 alle ore 20:30 (periodo festivo escluso)
secondo la seguente scaletta:
1) Gli esordi dell’arte contemporanea:
- Realismo; cenni nascita Fotografia; Macchiaioli; Impressionismo.
2) Dal Post-Impressionismo alle prime avanguardie:
- Post-impressionisto; Secessione viennese; Fauves; Espressionismo tedesco.
3) Cubo-Futurismo e Arte astratta:
- Cubismo; Futurismo; Astrattismo; Suprematismo.
4) Dal Dadaismo al “ritorno all’ordine”:
- Dadaismo; Metafisica; Surrealismo; Novecento; Nuova Oggettività.
5) Dagli anni Trenta al secondo dopoguerra
- Esperienze anni Trenta e Quaranta; Informale; Espressionismo astratto (action painting e geometrico).
6) Gli anni Sessanta & Settanta (I)
- New Dada; Pop Art; Op Art; Video.
7) Gli anni Sessanta & Settanta (II)
- Minimal; Concettuale; Arte Povera; Iperrealismo.
8) Gli anni Sessanta & Settanta (III)
- Performance & Happening; Body Art; Fotografia; Land Art.
9) Dagli anni Ottanta a fine secolo
- Graffitismo & Street Art; Neo-Espressionismi; anni Novanta.
Il corso si svilupperà secondo un duplice taglio, seminariale e partecipativo: accanto a momenti più contenutistici riguardanti l’esposizione storica, se ne affiancheranno altri di discussione, di condivisione, in cui i partecipanti potranno essere protagonisti attivi, intervenendo per porre quesiti, avanzare punti di vista, elaborare ipotesi o proporre documentazioni aggiuntive quali testi, video o fotografie. Una modalità mista, quindi, tra una lezione e un workshop, atta a instaurare processi dialettici di co-costruzione della conoscenza.
La progettazione didattica si svolgerà seguendo tre vie:
- per contenuti: basata sulla trasmissione di informazioni specifiche di tipo storico-artistico e metodologico, tipicamente una lezione frontale.
- per obiettivi: incentrata sul raggiungimento del traguardo, ovvero una conoscenza panoramica della storia artistica di periodo contemporaneo.
- per competenze: fa perno sulle conoscenze pregresse per sviluppare un argomento, allargando la visuale verso terreni più ampi a partire da “ciò che già si sa”.
>>> MODALITÀ DI ISCRIZIONE E COSTI
Per iscriversi al workshop “INTRODUZIONE ALL’ARTE CONTEMPORANEA” di Lorenzo Ghelardini è necessario inviare una mail a daniela@adiacenze.it indicando i seguenti dati:
Nome e cognome; data e luogo di nascita; codice fiscale; indirizzo di residenza; numero di telefono.
L’iscrizione sarà completata al versamento della caparra confirmatoria (non rimborsabile) pari alla metà del costo del workshop da effettuare tramite bonifico bancario intestato a:
ADIACENZE APS
Iban: IT17E0617537061000000138180
CAUSALE: “Iscrizione workshop INTRODUZIONE ALL’ARTE CONTEMPORANEA”

Costo complessivo workshop (comprensivi della tessera associativa di Adiacenze obbligatoria): € 50 per partecipante.

Ci salveremo insieme

online
Una famiglia ebrea nella tempesta della guerra | presentazione del libro
Una famiglia ebrea nella tempesta della guerra | presentazione del libro
dcab510cover29114.png

Inaugura i Dialoghi tra righe del 2021 il libro Ci salveremo insieme. Una famiglia ebrea nella tempesta della guerra memorie scritte da Ada Ottolenghi per raccontare ai nipoti le vicissitudini della famiglia durante gli anni della guerra. Ne parlano Emilio ed Emanuele Ottolenghi, intervistati dall'editor Ugo Berti Arnoaldi in diretta streaming sul sito sulla pagina Facebook e sul canale YouTube di Edizioni del Mulino.

In libreria da giovedì 14 gennaio, il libro Ci salveremo insieme è la testimonianza lasciata da questa straordinaria donna ai suoi nipoti per raccontare le vicissitudini e l'esperienza che la famiglia Ottolenghi ha vissuto durante il secondo conflitto mondiale e la persecuzione razziale

"Che cosa ci guidò? Chi fece da invisibile guida ai nostri passi? Io penso ora che sulle nostre decisioni sempre pesarono tre idee fondamentali: quella di separarci il meno possibile e di correre tutti insieme gli stessi pericoli; quella di non venir meno alla nostra fede ebraica e, possibilmente, di non nasconderla; e quella di poter contribuire in qualche modo alla lotta che gli antifascisti conducevano per riportare l'Italia alla libertà e con questo gli ebrei alla vita".
Incontro realizzato in collaborazione con il MEB di Bologna
 

La Storia #aportechiuse con Andrea Spicciarelli

online
online
online
Certosa_estate_2020_storia_a_porte_chiuse

La Storia #aportechiuse propone un palinsesto di dirette Facebook che vede alternarsi diverse voci per condividere insieme l'arte e la storia, occasioni per stare qualche minuto in compagnia e offrire spunti per approfondire da casa eventi, persone, opere d'arte del nostro paese.

Al termine di ogni diretta gli utenti possono dialogare con l’autore del contributo video nei commenti al video stesso. Testi, documenti e video di approfondimento sono segnalati da specifici post.

Il progetto è realizzato dal Museo civico del Risorgimento in collaborazione con 8cento APS, Associazione Didasco e Associazione Amici della Certosa di Bologna.

Lunedì 18 gennaio h 20
Andrea Spicciarelli, storico
in diretta Facebook su Museo civico del Risorgimento - Certosa di Bologna
con un intervento sul Partito Comunista d'Italia, in occasione del centenario della sua nascita, avvenuta il 21 gennaio 1921.

Oeconomia di Carmen Losmann

online
Mondovisioni21
Mondovisioni21
1020_2020-Oeconomia_Poster-300x300.jpg

Il primo dei cinque documentari scelti da Kinodromo tra quelli proposti saranno disponibili uno al mese per ora online, offerti da Kinodromo al proprio pubblico per sostenere la rassegna di CineAgenzia e Internazionale con accesso UP TO YOU.
 

 Proiezione al link che verrà reso disponibile alle 19 di lunedì 18 gennaio
 

Oeconomia  di Carmen Losmann (Germania / 85 min / 2020) O.V. sub ita
Il sistema economico si è reso invisibile e sfugge alla nostra comprensione. Negli ultimi anni abbiamo spesso percepito che qualcosa non funzionava. Ma cosa esattamente? Oeconomia svela le regole del gioco capitalistico e mostra come la crescita dell’economia e i profitti siano possibili solo quando le persone si indebitano. E mentre i resoconti dei giornali non aiutano a capire i veri meccanismi che si nascondono dietro la nostra vita quotidiana, Oeconomia si propone di scomporre il sistema nelle sue regole essenziali, per fare luce sul funzionamento del capitalismo contemporaneo. Ne emerge un gioco a somma zero, che pone gli esseri umani e l’intero pianeta nella logica di un perpetuo e infinito aumento di capitale, a qualsiasi costo. Un gioco che forse è vicino alla fine.

#iorestoinSALA

online
prime visioni, anteprime, eventi, live streaming e incontri digitali con i filmmaker
prime visioni, anteprime, eventi, live streaming e incontri digitali con i filmmaker
RESTOINSALA.jpg

Torna in scena #iorestoinSALA, il circuito nazionale di sale cinematografiche di qualità, che raggruppa ora più di 40 cinema del territorio italiano.
Il progetto, lanciato lo scorso maggio grazie alla collaborazione tra un gruppo di esercenti e un gruppo di distributori, è ora nuovamente ai blocchi di partenza: da sabato 31 ottobre è operativo online, con un ricco calendario di prime visioni, anteprime, eventi, live streaming e incontri digitali con i filmmaker, per non privare il nostro Paese del proprio immaginario collettivo e della possibilità di varcare i confini del quotidiano.

Il compito di aprire le danze su www.iorestoinsala.it, il 31 ottobre, è spettato a Cosa sarà di Francesco Bruni, seguito da Nomad: in cammino con Bruce Chatwin di Werner Herzog. Il 2 novembre, a 45 anni esatti dalla morte del poeta, sarà quindi la volta di In un futuro aprile – Il giovane Pasolini di Francesco Costabile e Federico Savonitto. Sarà invece disponibile dal 5 novembre Mi chiamo Francesco Totti di Alex Infascelli.
Protagonisti collegati in diretta streaming dalle stanze virtuali di Zoom sono stati sabato 31 ottobre alle 20.30 Francesco Bruni moderato da Gian Luca Farinelli, per introdurre Cosa sarà, e saranno lunedì 2 novembre alle 20.30 Francesco Costabile e Federico Savonitto per presentare In un futuro aprile.

Il carattere interattivo di #iorestoinSALA sarà potenziato rispetto al progetto iniziale: in occasione degli incontri in streaming con gli autori, gli spettatori potranno infatti interagire, ponendo domande e commentando in diretta. Si andrà così a creare non solo un network tra spettatori accomunati dalla passione per il cinema e dalla stessa esperienza di fruizione - come accade all’interno di una sala cinematografica - ma anche un canale diretto di comunicazione con i protagonisti.
Dal 31 ottobre in poi #iorestoinSALA permetterà, quindi, ai cinema, anche in una prossima e tanto desiderata situazione di normalità, di proporre percorsi tematici, rassegne e live stream e di completare sul web la proposta del grande schermo. Una coesistenza pacifica e complementare.


Lo spettatore acquisterà il biglietto dal sito internet della sua sala cinematografica di riferimento e riceverà quindi un codice e un link per accedere alla sala virtuale. Dal primo click sono 48 le ore a disposizione per completare la visione. 

I prezzi dei biglietti sono calibrati in base alle tariffe esistenti sulla rete e vanno, cioè, da un minimo di € 3,00 ad un massimo di € 7,90.
Inizio prevendita sabato 31 ottobre.

Per info:
www.iorestoinsala.it


SCOPRI IL PROGRAMMA DELLA SALA VIRTUALE DEL CINEMA LUMIÈRE


Tour virtuale del Museo di Speleologia L.Fantini

online
foto Simonetti Roberto (9).jpg

Sul sito internet del GSB-USB APS  è ora presente il tour virtuale del Museo di Speleologia L.Fantini con sede al Cassero di p.ta Lame.
Le restrizioni Covid 19 impediscono le visite fisiche ma gli speleologi bolognesi propongono una visita on line mediante un innovativo sistema di navigazione 3D con cui "girare" fuori e dentro Porta Lame e soffermarsi su vetrine, installazioni e attrezzature presenti. Nella navigazione si incontreranno anche punti informativi con brevi testi ed anche un sonoro con cui udire i rumori di grotta.


GSB-USB APS: Gruppo speleologico con sede a Bologna, nato dalla federazione tra GSB (Gruppo Speleologico Bolognese) e l'USB (Unione Speleologica Bolognese), dal 2020 è Gruppo unico, costituito da 140 soci. Conduce molteplici ricerche che vanno dal reperimento delle cavità, alla loro esplorazione, al rilevamento, all’effettuazione di studi specifici, fino all’accatastamento e alla pubblicazione di quanto scoperto e studiato. La ricerca e lo studio scientifico delle cavità è condotto in stretta collaborazione con enti, istituzioni, musei e con l’ausilio di competenze esplorative, geologiche, storiche, faunistiche, biologiche, archeologiche e paletnologiche.  
Il Gruppo gestisce presso il Cassero di Porta Lame P.zza VII Novembre 1944 n. 7 e 7/2 il Museo di Speleologia L. Fantini, riconosciuto dall’Istituto per i Beni artistici, culturali e naturali (IBC) e registrato nella lista dei Musei della Città Metropolitana di Bologna. Il nostro Gruppo Speleologico GSB-USB APS (ex USB ) è iscritto al registro LFA e ha in concessione dal CoBo il Cassero di Porta Lame

Foto: Simonetti Roberto

Marietti 1820-2020

online
Due secoli di libri tra Torino e Bologna | Mostra documentaria
Due secoli di libri tra Torino e Bologna | Mostra documentaria
marietti 1820.jpg

La mostra ATTUALMENTE NON VISITABILE in ottemperanza al DPCM del 3 novembre 2020, è stata prorogata fino al 14 febbraio 2021, ma è comunque sempre disponibile la versione online

Duecento anni di storia riassunti in 16 vetrine che ospitano oltre cento tra libri, lettere, fotografie, cataloghi e folder esposti nella mostra Marietti 1820-2020. Due secoli di libri tra Torino e Bologna, promossa dalla casa editrice in occasione del suo bicentenario, dalla Biblioteca Comunale dell’Archiginnasio e dalla Biblioteca dello studentato per le missioni con il patrocinio dell'Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna.
Il libro più antico è datato 1822, si intitola "Della sovranità" e porta la firma dell'ecclesiastico, scrittore e oratore francese Jacques-Bénigne Bossuet, precettore del delfino Luigi di Francia. Il volume più recente è invece "Fiordiluna" del sorprendente, e finora inedito in Italia, illustratore tedesco Einar Turkowski, che utilizza solo mine HB per creare universi poetici e visionari che fondono poesia e fiaba.

La produzione della casa editrice si conserva a Bologna nella Biblioteca dello Studentato per le missioni dei padri Dehoniani, come gli oltre mille volumi e documentazione di varia natura del Fondo storico della casa editrice Marietti 1820.

La mostra si avvale della collaborazione di Bper Banca, Emmepromozione, Edimill, Tuna bites e Libreriecoop.

Cerimonia

Opera fruibile dall’esterno - Area ex Mercatone Uno
installazione site-specific realizzata da TRAC - Tresoldi Academy | Opera fruibile dall’esterno
installazione site-specific realizzata da TRAC - Tresoldi Academy | Opera fruibile dall’esterno
TRAC_Tresoldi_Academy_Cerimonia ┬® Roberto Conte_5.jpg

In ottemperanza al DPCM del 3 novembre 2020 l'opera Cerimonia è fruibile solamente dall'esterno, attraverso la parete trasparente in plexiglass, tutti i giorni dalle 8.30 alle 22.00. L'accesso all'area del sabato è sospesa: le visite riprenderanno non appena possibile in relazione all'andamento dell'emergenza sanitaria.


Cerimonia è l’installazione site-specific promossa e sostenuta da UrbanUp | Unipol, realizzata a Bologna da TRAC - Tresoldi Academy, con la collaborazione scientifica di G124 - il gruppo voluto dal Senatore Renzo Piano per una ricerca costante e continua sul tema delle periferie. L’opera d’arte è pensata per ‘ricucire’ l’area periferica dell’ex Mercatone Uno di proprietà del Gruppo Unipol, ripensandola quale teatro di bellezza, arte e sperimentazione creativa. Creare nuove centralità e lasciare un segno sui territori è infatti la missione di TRAC: una scuola che nasce dalla collaborazione fra YAC - accademia di architettura che prepara giovani progettisti facendoli lavorare con i più grandi studi di architettura al mondo - e Studio Studio Studio, il progetto interdisciplinare fondato da Edoardo Tresoldi per creare e supportare progetti artistici contemporanei.

L’opera è una struttura alta 5.30 metri realizzata in rete metallica, materiali e terra reperiti nel sito, frutto del lavoro congiunto dell’artista Edoardo Tresoldi e 15 giovani studenti dell’Academy, selezionati a luglio 2020 fra oltre 500 candidature ricevute da tutto il mondo, che sotto la direzione artistica di Tresoldi hanno immaginato e costruito per l'area dell’ex Mercatone Uno un intervento site-specific. Un progetto che valorizza aree periferiche metropolitane, restituendole a un più vasto pubblico e rivalutandone completamente la percezione. Dopo quasi 10 anni di abbandono, l’area di circa 4600 mq, sarà oggetto nel corso del 2021 di una importante riqualificazione che prevede la demolizione degli attuali fabbricati ora dismessi e la realizzazione di un nuovo complesso multifunzione che sarà incentrato su nuove residenze e servizi connessi alla persona.

Cerimonia rimarrà installata per tutto il 2021 fino all’inizio del cantiere e sarà visibile dal 31 ottobre 2020 tutti i giorni attraverso una parete trasparente in plexiglass appositamente realizzata, mentre tutti i sabati sarà consentito l’accesso all’area seguendo un percorso su una passerella che permetterà la fruizione dell’opera da vicino nel rispetto delle misure di contenimento del Covid-19.

Cerimonia nasce come opera site-specific in un’area caratterizzata da segni di decomposizione in cui cumuli di macerie e vegetazione spontanea si pongono come elementi linguistici del caos estetico che vive il luogo. E’ pensata per dialogare con i fenomeni biologici dell’area. La terra presente sul sito è stata raccolta e innestata nell’opera; nel corso del tempo la vegetazione ricoprirà l’installazione ridefinendo le forme dell’architettura. Il processo di trasformazione dei fenomeni naturali è al centro dell’opera come cerimonia di un dialogo tra architettura, natura e passare del tempo. Il linguaggio celebrativo dell'architettura classica si fonde con i materiali e i linguaggi dello spazio originario, così come con i processi di trasformazione dell'abbandono, generando un nuovo e inedito racconto. Questo processo di continua metamorfosi verrà documentato grazie all’ installazione di alcune telecamere fisse.


In ottemperanza al DPCM del 3 novembre 2020 l'opera Cerimonia è fruibile solamente dall'esterno, attraverso la parete trasparente in plexiglass, tutti i giorni dalle 8.30 alle 22.00. L'accesso all'area del sabato è sospesa: le visite riprenderanno non appena possibile in relazione all'andamento dell'emergenza sanitaria.

Visitabile a partire dal 31 ottobre tutti i sabati dalle 9.30 alle 18.30. Ingresso libero. L’accesso è contingentato nel rispetto delle misure di contenimento del Covid-19 e consentito solo se muniti di mascherina. Dal 31 ottobre l’opera è anche visibile dall’esterno attraverso la parete in plexiplass tutti i giorni dalle ore 8.30 alle ore 24.00

Foto: © Roberto Conte

#SMArtworkers

online
ogni giovedì e domenica sulla pagina Facebook del Sistema Museale di Ateneo
ogni giovedì e domenica sulla pagina Facebook del Sistema Museale di Ateneo
#SMArtworkers.jpeg

#SMArtworkers è la nuova iniziativa social di SMA, che racconta le attività che si svolgono a porte chiuse nei Musei e nelle Collezioni universitarie: dalla manutenzione degli oggetti conservati alla progettazione di laboratori didattici online, allo studio e alla ricerca per il miglioramento dei percorsi espositivi per il pubblico.

Ogni giovedì e ogni domenica, a partire dal 3 dicembre 2020, le persone che lavorano ogni giorno nelle sedi del Sistema Museale d'Ateneo, gli SMArtworkers, saranno protagoniste della pagina Facebook di SMA

Visite online alle mostre "MAST Photography Grant on Industry and Work 2020" e "Inventions"

online
guidate da Urs Stahel
guidate da Urs Stahel
visite online mostre MAST.jpg

In attesa della riapertura dei suoi spazi espositivi, la Fondazione MAST propone due visite online in compagnia del curatore Urs Stahel alla scoperta del progetto espositivo MAST Photography Grant on Industry and Work 2020 e della mostra Inventions, curata da Luce Lebart, che presenta le fotografie delle invenzioni più brillanti e geniali realizzate in Francia tra le due guerre mondiali.

Entrambe le mostre sono state prorogate fino al 14 febbraio 2021.


MAST Photography Grant on Industry and Work 2020
VIDEO DELLA VISITA GUIDATA CON URS STAHEL

GUARDA LE VIDEO INTERVISTE DEI 5 FINALISTI


Inventions
VIDEO DELLA VISITA GUIDATA CON URS STAHEL

Vivere l'altrove

online
Storie di altri mondi | podcast 
Storie di altri mondi | podcast 
131901765_2222727167871618_2879612829704401631_o.png

Un podcast dove ci sono le favole inventate insieme ai bambini nati in Italia da famiglie straniere, rielaborate e musicate dagli artisti di Sementerie Artistiche. Ci sono le impressioni di persone arrivate in Italia da pochi anni, scritte durante le lezioni del laboratorio di Eks&Tra con la guida di Idriss Amid. Ed infine estratti dai racconti scritti dai "nipoti" di chi un giorno partì per una terra lontana realizzati nel laboratorio di scrittura creativa Eks&Tra guidato da Gassid Mohammed.

Le voci narranti sono di Manuela De Meo, Ester Spassini Pietro Traldi e le favole sono state immaginate insieme a: Neim, Xhulia, Ginus, Cyril Kingdom, Cyril Bethel, Sebastian, Eljabiri Omar, Adam, Fatine, Mohamed Hadi, Xhahysa Daniel, Fatima, Kawtar, Fahrat Isra, Safa, Fatima Zahra, Janette, Rayan, Emanuele, Christian, Nada, Timar, Zakaria, Nirmin, Taouba, Mohammed, Mame Marie, Maria Rosa, Rose, Carolina, Imane, Haifa, Fatima, Jannat, Rim, Amir, Zaccaria, Vittoria, Diego, Asad. Le musiche sono di Cande Marzinotto Pietro Traldi.

Per informazioni info@sementerieartistiche.it

Letture, spettacoli, incontri per bambine e bambini

online
nelle biblioteche di Bologna
nelle biblioteche di Bologna
libri bambini.jpg

Il Cinema Ritrovato | Fuori Sala

online
Piccoli e grandi capolavori restaurati da vedere in streaming su MYmovies (18 gennaio - 17 febbraio)
Piccoli e grandi capolavori restaurati da vedere in streaming su MYmovies (18 gennaio - 17 febbraio)
Il Cinema Ritrovato Fuori Sala (18 gennaio - 17 febbraio).jpg

Nuovo programma per Il Cinema Ritrovato | Fuori Sala, una storia del cinema firmata dalla Cineteca di Bologna, fatta di grandi classici e rarità da scoprire, sempre nelle migliori versioni restaurate. 

Lunedì 18 gennaio sarà online su MYmovies il nuovo cartellone di film disponibili fino al 17 febbraio, senza limiti di giorni o di orari, al costo di 15 euro (ridotto 12 euro per gli Amici della Cineteca di Bologna e i possessori della Card Cultura del Comune di Bologna). E ogni 30 giorni, un programma tutto nuovo, con altri nuovi film, sempre presentati da critici, registi, testimoni.

Tra le scelte di questo mese, il primo film visto da Federico Fellini Maciste all’inferno, il cinema italiano con Zampa (Anni difficili), De Santis (Giorni d’amore), Emmer (La ragazza in vetrina) e quello francese con Renoir (Toni) e Varda (Cléo dalle 5 alle 7) e il centenario del PCI.

Scopri il programma 18 gennaio / 17 febbraio.

Novità: d'ora in avanti l’abbonamento, del costo di 15 euro, si rinnoverà automaticamente ad ogni cambio di programma mensile (ma si potrà facilmente disdire in qualunque momento). 
E per tutti gli appassionati dei grandi classici in streaming, un abbonamento speciale al costo di 50 euro complessivi, valido per tutta la durata del progetto, fino a giugno 2021.


ACQUISTA E/O REGALA

La “svolta musicale” di Eugenio Trías: la musica nel limite

online
Aurèlia Pessarrodona | Conversazioni di Athena Musica 2020/21
Aurèlia Pessarrodona | Conversazioni di Athena Musica 2020/21
Eugenio Trías.jpg

Tema della conversazione è il pensiero musicale del filosofo spagnolo Eugenio Trías (1942-2013), tra i più importanti filosofi europei a cavallo fra XX e XXI secolo. Nei suoi scritti, Trías struttura una filosofia solida e coerente, fondata sul concetto di limite, vale a dire la frontiera tra quello che ci appare fenomenologicamente e quello che resiste a manifestarsi ma che, in un certo modo, lo sostenta. In coerenza con questo pensiero filosofico, Trías considera l’essere umano un abitante naturale del limite, un ser nel limite, con tutte le contraddizioni intrinseche che ciò comporta. Curiosamente, Trías, morto pochi anni fa, ha dedicato i suoi ultimi libri alla musica, El canto de las sirenas (2007) e La imaginación sonora (2010), diventando così uno dei pochi filosofi continentali interessati pienamente al pensiero musicale. Nella musica, Trías riconosce una manifestazione artistica privilegiata per la conoscenza il limite: la sua ampia e profonda traiettoria si chiude annunciando quella che lui chiama la svolta musicale per la filosofia: un approccio alla filosofia a partire della conoscenza trascendentale che può dischiudere la musica.   


Partecipazione libera sul canale Youtube di Athena Musica

La Storia #aportechiuse con Carlo Pelagalli

online
online
online
Certosa_estate_2020_storia_a_porte_chiuse

La Storia #aportechiuse propone un palinsesto di dirette Facebook che vede alternarsi diverse voci per condividere insieme l'arte e la storia, occasioni per stare qualche minuto in compagnia e offrire spunti per approfondire da casa eventi, persone, opere d'arte del nostro paese.

Al termine di ogni diretta gli utenti possono dialogare con l’autore del contributo video nei commenti al video stesso. Testi, documenti e video di approfondimento sono segnalati da specifici post.

Il progetto è realizzato dal Museo civico del Risorgimento in collaborazione con 8cento APS, Associazione Didasco e Associazione Amici della Certosa di Bologna.

Martedì 19 gennaio h 20
Andrea Spicciarelli, storico
in diretta Facebook su Museo civico del Risorgimento - Certosa di Bologna.
Lo storico prosegue i suoi approfondimenti sulla storia toponomastica del centro storico di Bologna, in particolare gli odonimi e fitonimi legati al mondo vegetale (nomi di vie derivati da nomi di piante o alberi).

Try or Trial

online
laboratorio creativo di Arti Visive | Progetto VOCI 2021/1961 Il processo Eichmann
laboratorio creativo di Arti Visive | Progetto VOCI 2021/1961 Il processo Eichmann
lab_arti_visive.jpg

TRY OR TRIAL
Laboratorio creativo di Arti Visive condotto da Simone Tacconelli

per il progetto VOCI 2021/1961 IL PROCESSO EICHMANN

Il Laboratorio creativo di Arti Visive, utilizzando gli strumenti della fotografia, del collage, della grafica, ha lo scopo di scrivere e ideare progetti artistici per la realizzazione dell’installazione finale del progetto VOCI, per il 25 aprile 2021. Il progetto selezionato verrà poi realizzato dalla scenografa Irene Ferrari e dal suo team. Durante le ore di laboratorio si pongono le basi per sviluppare un metodo di ricerca personale e successivamente la messa a punto del proprio progetto visivo.

Il laboratorio si articola in momenti di incontro frontale su piattaforma e in momenti di condivisione di materiali e suggestioni su classe virtuale.

Il calendario degli appuntamenti in collegamento da remoto su piattaforma MEET:

  • 13 gennaio 2021, ore 17:00 - 18:30
  • 20 gennaio 2021, ore 17:00 - 18:30
  • 27 gennaio 2021, ore 17:00 - 18:30
  • 3 febbraio 2021, ore 17:00 - 18:30
  • 10 febbraio 2021, ore 17:00 - 18:30


Il laboratorio è parte del progetto VOCI 2021/1961 IL PROCESSO EICHMANN. Il progetto di educazione permanente VOCI, da sette anni, pone al centro delle sue attività l’incontro tra generazioni diverse, con percorsi interdisciplinari tra storia, scrittura, arte, musica, teatro. I contenuti del progetto riguardano temi fondamentali della storia del ‘900, per realizzare dei percorsi partecipati “di fare memoria attiva”, contrastando i pregiudizi e le retoriche, che tendono a ossificare, banalizzare o finalizzare la memoria.

Ogni anno il progetto si conclude con uno spettacolo per il 25 aprile. Il tema di VOCI 2021-1961 è Il processo Eichmann del quale ricorre il sessantesimo anniversario.

VOCI fa parte del progetto LAICI TEATRI, cofinanziato dall’Unione Europea-Fondo Sociale Europeo, nell’ambito del Programma Operativo Città Metropolitane 2014-2020 #ponmetroBO #ScuoleDiQuartiere

Leggi tutto sugli appuntamenti in programma a partire da gennaio 2021


Il laboratorio è riservato a 5 partecipanti selezionati sulla base di competenze ed esperienze pregresse e interesse per i temi trattati.

Per iscrizioni teatrodelpratello@gmail.com inviando brevissima lettera motivazionale.


facebook.com/teatrodelpratello

teatrodelpratello.it

Passaggio di testimoni

online
laboratorio di scrittura online tutto al femminile | Progetto VOCI 2021/1961 Il processo Eichmann
laboratorio di scrittura online tutto al femminile | Progetto VOCI 2021/1961 Il processo Eichmann
Scrittura_femmile_melograno.jpg

PASSAGGIO DI TESTIMONI
un laboratorio di scrittura online tutto al femminile
condotto da Viviana Santoro
e Marzia Bisognin / Associazione Il Melograno

per il progetto VOCI 2021/1961 IL PROCESSO EICHMANN

Il laboratorio si articola in quattro sedute di scrittura, durante le quali verrà messo a tema il momento della testimonianza, come elemento chiave non solo nel ricomporre i ricordi e le diverse stratificazioni della memoria, ma anche nel riconsegnare identità alle vittime, e in un incontro conclusivo di approfondimento storico a cura di Luca Alessandrini.

In questo laboratorio, curato dal Teatro del Pratello in collaborazione con l’associazione Melograno e pensato per una partecipazione tutta al femminile, il percorso si avvale della voce di tre donne che, in un vero e proprio “passaggio di testimone” tra generazioni, hanno tracciato una strada nella complessità del male.

Questo il calendario degli appuntamenti, online su piattaforma MEET:

  • Mercoledì 20 gennaio 2021, ore 17.00-18.30
  • Mercoledì 27 gennaio 2021, ore 17.00-18.30
  • Mercoledì 3 febbraio 2021, ore 17.00-18.30
  • Mercoledì 10 febbraio 2021, ore 17.00-18.30
  • Giovedì 11 febbraio 2021, ore 17.00-18.30 incontro di approfondimento storico

Sono previste azioni individuali di supporto all’uso della piattaforma per coloro che ne avessero necessità.


Il laboratorio è parte del progetto VOCI 2021/1961 IL PROCESSO EICHMANN. Il progetto di educazione permanente VOCI, da sette anni, pone al centro delle sue attività l’incontro tra generazioni diverse, con percorsi interdisciplinari tra storia, scrittura, arte, musica, teatro. I contenuti del progetto riguardano temi fondamentali della storia del ‘900, per realizzare dei percorsi partecipati “di fare memoria attiva”, contrastando i pregiudizi e le retoriche, che tendono a ossificare, banalizzare o finalizzare la memoria.

Ogni anno il progetto si conclude con uno spettacolo per il 25 aprile. Il tema di VOCI 2021-1961 è Il processo Eichmann del quale ricorre il sessantesimo anniversario.

VOCI fa parte del progetto LAICI TEATRI, cofinanziato dall’Unione Europea-Fondo Sociale Europeo, nell’ambito del Programma Operativo Città Metropolitane 2014-2020 #ponmetroBO #ScuoleDiQuartiere

Leggi tutto sugli appuntamenti in programma a partire da gennaio 2021


Per info e iscrizioni al laboratorio teatrodelpratello@gmail.com


facebook.com/teatrodelpratello

teatrodelpratello.it

Decolonizzare l'antirazzismo

online
presentazione 
presentazione 

Presentazione di Decolonizzare l'Antirazzismo, Collana Input, Deriveapprodi edizioni (2020)
ne discutiamo con il curatore Tommaso Palmi e con Anna Curcio e Alvise Sbraccia.

In una fase storica in cui il dibattito sul razzismo torna prepotentemente al centro dell'arena politica, il volume si propone di analizzarlo come elemento connaturato ai rapporti di produzione capitalistici e al progetto coloniale che li accompagna. E' quindi netta la discontinuità con le narrazioni prevalenti che relegano il razzismo a fenomeno puramente culturale o psicologico, oppure a mera conseguenza della crisi economica o dei nuovi flussi migratori internazionali. Con approcci diversi, studiose e studiosi antirazzisti di livello internazionale spiegano, invece, come razza e processi di razzialiazzazione strutturino storicamente lo sviluppo del capitalismo, evidenziando i caratteri intrinsecamente coloniali della narrazione europea e del lessico umanitario di sinistra
 

Evoluzione e immunità

online
webinar gratuito per parlare di virus e corretta informazione
webinar gratuito per parlare di virus e corretta informazione
immunita.png

L’evoluzione molecolare dei virus potrebbe essere legata ad un aumento della virulenza nelle popolazioni umane, o influenzare lo studio dei vaccini, o il raggiungimento di una immunità di gregge contro determinate malattie? Come accaduto per i batteri, il nostro sistema immunitario ha imparato qualcosa dall’evoluzione di questi “organismi”?
 

Incontro gratuito trasmesso sul  canale YouTube di Fondazione Golinelli con Elisa Avitabile e Renato Brandimarti, ricercatori presso il FaBiT - Dipartimento di Farmacia e Biotecnologie dell'Università di Bologna.

Il volto delle parole | Dante

online
racconti d’autore
racconti d’autore
volto delle parole.png

Incontri a tu per tu con l'autore per andare oltre la parola scritta e conoscere lo straordinario lavoro che si cela dietro alla composizione di opere di successo, ma anche delle eccezionali occasioni per scoprire i personaggi e i temi che gli ospiti della rassegna hanno reso protagonisti dei loro libri e che sono davvero il "volto" delle loro parole.

Primo incontro su Dante: “Non solo sommo poeta, ma uomo con una visione umana, civile e politica.”

Alessandro Barbero in dialogo con Corrado Augias

 In collaborazione con Società editrice Il Mulino.

Gli incontri vengono trasmessi in diretta streaming sulla piattaforma di CUBO, sulla pagina Facebook e sul canale Youtube

Memoryscapes | La città rossa

online
in streaming Facebook le straordinarie e inedite immagini filmiche d’archivio girate da Angelo Marzadori alla Mostra del Trentennale del PCI nei primi anni ‘50
in streaming Facebook le straordinarie e inedite immagini filmiche d’archivio girate da Angelo Marzadori alla Mostra del Trentennale del PCI nei primi anni ‘50
Marzadori_17.jpg

“Un grande avvenimento politico, sociale, culturale per la nostra provincia e per l’Italia”: toni non privi di enfasi ma ampiamente giustificati dalla grande partecipazione popolare furono quelli che accompagnarono la Mostra del Trentennale del PCI, che si tenne a Palazzo Re Enzo a inizio anni ’50, autoritratto e rappresentazione ufficiale della storia del PCI nella città che meglio di ogni altra aveva rappresentato il sogno incarnato di un’amministrazione comunista. In occasione del centenario della fondazione del Partito Comunista Italiano,

Mercoledì 20 gennaio 2021 alle ore 19.00, in streaming Facebook sulla pagina di Home Movies, per il centenario della fondazione del Partito Comunista Italiano, Home Movies – Archivio Nazionale del Film di Famiglia e l’Istituto Storico Parri presentano Memoryscapes - La città rossa, le straordinarie e inedite immagini filmiche d’archivio girate alla mostra da Angelo Marzadori, filmmaker militante, nella pellicola 8mm restaurata da Home Movies: una sorta di tour virtuale ante litteram nell’immaginario e nei valori della sinistra dell’epoca, che sarà arricchito dalla sonorizzazione originale dal vivo di Guglielmo Pagnozzi e dalla voce narrante di Pierpaolo Capovilla, ex Teatro degli Orrori.

Come si evince dalle emozionanti sequenze di Marzadori dell’inaugurazione e dalle cronache, la Mostra, aperta al pubblico nel gennaio e febbraio del 1952, fu un evento partecipatissimo dai cittadini bolognesi, che ebbero l’opportunità di tuffarsi nella “gloriosa” storia del PCI attraverso i tableaux giganteschi, il ricco apparato fotografico e testuale, l’imponente documentazione, i tanti volti ritratti dei protagonisti delle lotte e di persone comuni. Il percorso espositivo racconta con toni celebrativi l’epopea del movimento dei lavoratori e la storia di Bologna e del suo territorio, passando in rassegna le lotte, gli scioperi, la creazione delle cooperative, la nascita del Partito Socialista e del Partito Comunista, collegando il contesto locale a quello nazionale e internazionale: la rivoluzione russa, le persecuzioni fasciste, la prigionia e la morte di Gramsci, e comprendendo episodi come la partecipazione dei bolognesi alla Guerra civile in Spagna sul fronte repubblicano, la Resistenza in città, la Liberazione, la Pace e la Bologna a trazione comunista-socialista rinata dopo la Guerra. Se Gramsci e Togliatti sono le guide politiche di ieri e oggi, l’amministrazione della città è il punto di riferimento dei bolognesi e si propone come modello di sviluppo sociale ed economico.
Tra le opere esposte: Lo sciopero delle mondine di Carlo Rambaldi, artista poi approdato al cinema e a Hollywood, creatore di effetti speciali e pupazzi da Oscar, come E.T. e King Kong, Difendiamo la libertà e la pace di Alberto Sughi e Giovanni Cappelli, La colata della pace all’Officina Calzoni di Giuseppe Parini, Hanno ucciso Maria Margotti! di Aldo Borgonzoni, Il Partito Nuovo di Vivaldo Poli, La battaglia di Porta Lame di Tullio Raveda, La battaglia di Madrid di Emilio Contini, Lo squadrismo di Giovanni Cappelli, Il massacro di Marzabotto di Salvatore Nocera, Gramsci fra gli operai di Vittorio Cavicchioni, Lotte contro la guerra di Augusto Betti, Comizio di Andrea Costa di Alberto Sughi.

Angelo Marzadori è abilissimo a usare la cinepresa nella resa dinamica dei pannelli e dei quadri, filmando, selezionando e poi montando le parti salienti e i particolari, soffermandosi sulle immagini e i testi, restituendo così ai suoi futuri spettatori (noi oggi) una visione del mondo, piena di speranza per il futuro e di inganni, ma anche una concretezza tutta emiliana rispetto a un presente da costruire “insieme” a partire da un patrimonio comune democratico. Oggi potremmo riflettere a lungo sugli sguardi pieni di entusiasmo dei bolognesi che visitano la mostra.

Le immagini in bianco e nero e mute di Marzadori sono state virate al rosso da Home Movies, per meglio rendere l’atmosfera della mostra e rafforzarne il valore simbolico. La musica e gli effetti sonori aggiunti caricano il lirismo delle immagini e ne favoriscono la fruizione emotiva. La chiave di lettura storica, politica, culturale e antropologica è tuttavia imprescindibile per leggere queste immagini di 70 anni fa, ritornate alla luce dopo un lungo oblio, così cariche di memoria e di propaganda.

L’evento Memoryscapes - La città rossa è in collaborazione con Kinè e Le Serre / Kilowatt e rientra nelle iniziative del progetto Memoryscapes. Il cinema privato online realizzato da Home Movies con il contributo delle Regione Emilia Romagna e del MiBACT.


mercoledì 20 gennaio alle ore 19.00  in streaming sulla pagina Facebook di Home Movies

homemovies.it/archivio-aperto/memoryscapes-la-citta-rossa

Grazie Claudio!

online
un grande concerto per ricordare Claudio Abbado su Rai 5
un grande concerto per ricordare Claudio Abbado su Rai 5
grazieClaudio.png

Il concerto Grazie Claudio!, organizzato da Mozart14 e diretto da Ezio Bosso al Teatro Manzoni di Bologna il 20 gennaio 2019, verrà trasmesso da RAI 5 il 20 gennaio 2021, ore 21.15.
 

Il concerto, che vede la partecipazione straordinaria di Silvio Orlando, voce narrante in Pierino e il lupo, è un ricordo affettuoso di Ezio Bosso, testimone di Mozart14.
 

La trasmissione rende omaggio a Claudio Abbado nel giorno del 7° anniversario dalla morte.
 

Programma:
G. Rossini Ouverture, Il Barbiere di Siviglia
S.S. Prokofiev Pierino e il lupo, favola musicale per bambini
L.v. Beethoven Sinfonia n.7 in La Maggiore
W.A. Mozart Ouverture, Le nozze di Figaro

21 gennaio 1921 - 21 gennaio 2021

online
A cento anni dal Congresso di Livorno 
A cento anni dal Congresso di Livorno 
Centenario PCI 2021.jpg

Nel 2021 ricorre il centenario della nascita del Partito Comunista Italiano. Per riflettere su tale avvenimento fondamentale nella storia politico-culturale italiana del Novecento, la Fondazione Gramsci Emilia-Romagna prevede una fitta serie di attività dedicate alla ricerca, allo studio, alla riflessione ed al dibattito intorno alla storia del Pci, con particolare – benché non esclusiva – attenzione alla esperienza dell’Emilia-Romagna.

Sono in programma lezioni, seminari ed eventi pubblici di approfondimento; una mostra fotografica, in collaborazione con la Biblioteca Universitaria e con il Dipartimento delle arti dell’Università di Bologna; un ciclo di proiezioni di film e documentari con la collaborazione della Fondazione Cineteca di Bologna. Già avviata da alcuni mesi, è inoltre in corso una ricerca sull’esperienza del comunismo nella dimensione regionale che si concluderà con la pubblicazione di una raccolta di saggi.

Il coordinamento scientifico è a cura di Paolo Capuzzo e Luca Baldissara.

Il primo appuntamento di questo calendario è in programma per venerdì 21 gennaio 2021, giorno in cui si ricorda la fine del XVII Congresso del Partito Socialista Italiano che si tenne dal 15 al 21 gennaio 1921 al Teatro Carlo Goldoni di Livorno, e che determinò la nascita del Partito Comunista Italiano.

Per l’occasione presentiamo tre proposte di approfondimento in collaborazione con Archivio Zeta e la Cineteca di Bologna, che saranno tutte presentate il 21 gennaio. Si tratta di:

VENTUNO VENTUNO VENTUNO
Leggere Gramsci a cento anni dalla nascita del Partito Comunista

a cura di Archivio Zeta

ANTONIO GRAMSCI E IL PCdI
Una lezione a cura di Francesca Antonini, ricercatrice e studiosa del pensiero gramsciano dell’Università Georg-August di Göttingen. Francesca Antonini ha conseguito il dottorato di ricerca presso l’Università di Pavia nel 2015 con una tesi sulle categorie del cesarismo e del bonapartismo nel pensiero di Antonio Gramsci. Prima di entrare a far parte del Lichtenberg-Kolleg, ha ottenuto una borsa di studio post-dottorato presso la Fondazione Luigi Einaudi di Torino (2017-2018) ed è stata ricercatrice post-dottorato presso l’Université de Lyon/École Normale Supérieure di Lione (2018-2019). Dal 2016 a oggi collabora anche con la Fondazione Gramsci Onlus di Roma, lavorando alla nuova edizione critica dei Quaderni del carcere di Antonio Gramsci.

Introduce la lezione Luca Baldissara.

UOMINI E VOCI DEL CONGRESSO SOCIALISTA DI LIVORNO
Presentazione di un documentario d’epoca (1921) della durata di 34 minuti, oggi restaurato e conservato presso la Cineteca di Bologna.
Il documentario verrà introdotto da Gian Luca Farinelli, Paolo Capuzzo e Paolo Virzì.


Il video con le letture a cura di Archivio Zeta e la lezione di Francesca Antonini saranno resi disponibili a partire dal 21 gennaio sul sito e sul canale Youtube della Fondazione Gramsci Emilia-Romagna.
Il documentario sarà trasmesso, sempre a partire dal 21 gennaio, su Il Cinema Ritrovato fuori sala, il nuovo progetto della Cineteca di Bologna, che offre ogni 30 giorni 15 film in streaming su MYmovies, presentati da critici, registi e testimoni.

Padovaland

online
BBB consiglia: Miguel Vila presenta il suo libro
BBB consiglia: Miguel Vila presenta il suo libro
padovaland-copertina_bassa.jpg

BilBOlbul Continua | Miguel Vila  presenta Padovaland, Canicola edizioni 

Con lo sguardo del documentarista, Miguel Vila disegna la periferia di Padova: è un ritratto della vita quotidiana di un gruppo di giovani, ma anche un’indagine sul volto più meschino e violento della provincia. 

Evento in diretta streaming 
La diretta sarà disponibile dalle ore 17:00 

in collaborazione con Canicola Edizioni

Dal 27 al 29 novembre si è svolto BilBOlbul 2020, Festival Internazionale di Fumetto.

E’ possibile rivedere tutti gli incontri sul canale youtube.

BBB continua anche dopo, con incontri, presentazioni, e consigli di lettura


 

das.04 - Dialoghi artistici sperimentali

online
installazione site-specific "Remote Armonie" di Matteo Nasini e gli appuntamenti online del Public Program
installazione site-specific "Remote Armonie" di Matteo Nasini e gli appuntamenti online del Public Program
Banner DAS.jpg

Dal 21 gennaio al 30 aprile 2021 CUBO promuove das.04 - dialoghi artistici sperimentali, la quarta edizione del progetto espositivo e culturale sui temi della contemporaneità che nasce come territorio di confronto – di contenuti, tecniche, linguaggi – tra diversi registri dell’arte contemporanea con esponenti della new generation.

Ad aprire das.04, giovedì 21 gennaio, l'inaugurazione di "Remote Armonie" la mostra personale di Matteo Nasini (Roma, 1976), curata da Treti Galaxie, Matteo Mottin e Ramona Ponzini. Matteo Nasini, che vive e lavora a Roma, in occasione di questo progetto bolognese trasforma gli ambienti di Spazio Arte di CUBO con una grande e inedita installazione site-specific che ha come peculiarità un display espositivo visibile dalle grandi vetrate dello spazio che si affaccia sui giardini pensili del quartier generale del Gruppo Unipol in Porta Europa. La componente sonora dell’opera sarà fruibile dall’esterno con la CUBO APP sviluppata per CUBO da fuse* lo studio e la compagnia di produzione indipendente che opera nell’area di incontro tra arte e scienza con lo scopo di esplorare le possibilità espressive date dall’uso creativo delle tecnologie digitali emergenti. Il progetto di Matteo Nasini consiste nella presentazione di una nuova serie di opere ispirata dalla possibilità di tradurre effettivamente in suono il movimento delle stelle della Via Lattea. L’artista ha sviluppato un complesso algoritmo in grado di estrapolare ed elaborare una serie di dati provenienti dai database delle mappe stellari prodotti nelle ultime decadi dall’ESA (European Space Agency), in particolare dal catalogo di GAIA, coordinandoli con una specifica coordinata GPS. A partire da questa coordinata, il software costruisce una linea verticale immaginaria e la proietta fino ai limiti della nostra galassia. Quando un oggetto celeste intercetta questa retta ideale ne varia la lunghezza, come se stesse pizzicando la corda di una chitarra, e il software ne calcola la posizione traducendola in una sequenza di note, rendendo così udibile su scala umana il transito degli astri della nostra galassia. La mostra si propone come primo capitolo di un progetto di vasta portata. Il progetto espositivo propone una selezione di lavori ottenuti da alcune delle molteplici applicazioni e traduzioni in campo artistico dei risultati dell’algoritmo: un arazzo di grosse dimensioni realizzato a mano, una scultura sonora prodotta in parte artigianalmente e in parte con macchinari a controllo numerico, un’opera calligrafica e un gruppo scultoreo in ceramica a stampa 3D. Opere rispondenti a tecniche e materiali usati fin dall’antichità, ma realizzate attraverso le più recenti tecnologie contemporanee, concretizzazioni di lontane possibilità inespresse.

I valori alla base della mostra si ritrovano nel Public Program l’ampio programma di appuntamenti online curati da Federica Patti dove le arti si confrontano con le nuove tecnologie, la fisica, la musica: da gennaio ad aprile, talk, proiezioni, eventi musicali e performativi, che indagano e amplificano i diversi registri della mostra.


Tutti gli incontri sono trasmessi in modalità live streaming sulla piattaforma gratuita di CUBO accessibile dal sito www.cubounipol.it e il pubblico potrà porre domande ai relatori esattamente come sempre fatto negli incontri in presenza.

Questi i primi appuntamenti in programma:

giovedì 21 gennaio 2021, ore 18:30
Inaugurazione "Remote Armonie"
Incontro con Matteo Nasini & Treti Galaxie sulla piattaforma streaming di CUBO

martedì 26 gennaio 2021, ore 18:30
Meet the artist
L'artista Matteo Nasini dialoga con Federica Patti, storica dell'arte e curatrice del public program di das04 e Luca Cerizza, autore e critico d'arte, per approfondire il proprio percorso di ricerca e produzione nell'ambito delle arti visive, a partire dalle opere in mostra

giovedì 28 gennaio 2021, ore 18:30
SIMPOSIO “D'où venons-nous? Que sommes-nous? Où allons-nous?"
con Federica Patti, storica dell'arte e curatrice del public program di das04 e Rosalba Nodari, docente di Linguistica all'Università di Siena presso il Dipartimento di scienze della formazione, scienze umane e della comunicazione interculturale.


Maggiori informazioni e aggiornamenti:

www.cubounipol.it/it/eventi/das-04-2021

www.facebook.com/dasCUBO


SCARICA DAS.04 MAGAZINE


Si sente? Esattamente il contrario

online
Paolo Nori | In streaming su RadioEmiliaRomagna e sulla pagina fb di Liberty/Stagione Agorà
Paolo Nori | In streaming su RadioEmiliaRomagna e sulla pagina fb di Liberty/Stagione Agorà
Paolo Nori-anna-Campanini-Parmaepopu.jpg

Si sente? Esattamente il contrario
Paolo Nori

lettura di Paolo Nori
anticipato dalla lettura di Irma Nori
Siate farfalle che volano sopra il filo spinato
discorso di Liliana Segre al Parlamento europeo

…“essere sempre quella farfalla gialla che vola sopra ai fili spinati….”
Liliana Segre


A Fossoli, vicino a Carpi, c’è stato il più grande campo di concentramento italiano, da dove partivano i treni per Auschwitz, e nel 2009 la Fondazione Fossoli mi ha chiesto di scrivere un discorso sulla razza e sul male assoluto da dire a Cracovia davanti a 700 studenti degli ultimi anni delle scuole superiori. Un grande scrittore e critico russo, Viktor Šklovskij, parlando di quando lui e i suoi amici avevano sedici o diciassette anni, ha scritto: «Volevamo afferrare la vita il più velocemente possibile, ma non conoscevamo le parole; pensavamo che si potesse prendere una donna per i manici, come una pentola». Ecco, a provare a scrivere di razza e di male assoluto, nel 2009, io mi sono accorto che, per me, quei due argomenti lì erano come una pentola: bollenti, e senza manici. Io non lo sapevo, quello che pensavo della razza e del male assoluto, quando mi han chiesto di scrivere questo discorso. Ma: a uno scrittore italiano, Luigi Malerba, una volta hanno chiesto «Perché scrivi?», gli han chiesto, e lui ha risposto «Per capire quello che penso». Ecco io, a scrivere questo discorso, ho capito quello che penso, della razza e del male assoluto, e adesso lo so.

Paolo Nori


L’appuntamento sarà fruibile in streaming in con una collaborazione speciale tra Agorà e RadioEmiliaRomagna, la web radio di EmiliaRomagnaCreativa, il portale cultura della Regione – in streaming su www.radioemiliaromagna.it, su Youtube e pagina fb di EmiliaRomagnaCreativa e sulla pagina fb di Liberty/Stagione Agorà

La Shoah nell’Europa orientale

online
quattro lezioni online
quattro lezioni online
Immagine per Corso Salomoni.jpg

L’occupazione nazista ha segnato una cesura radicale nei territori multietnici, multiconfessionali e plurilinguistici dell’Europa orientale, offrendo un contesto di legittimità alle sue tradizionali forme di violenza intercomunitaria. Il corso si propone di riflettere sulle ragioni della partecipazione delle popolazioni locali all’annientamento degli ebrei perpetrato dai tedeschi, come combinato di antisemitismo, obbedienza all’autorità e ricerca del nemico interno, convenienza politica ed economica, avidità e carrierismo. L’attenzione sarà poi portata alla volontà, individuale o collettiva, degli ebrei di resistere – nell’immediato dopoguerra – alla cancellazione dei loro siti in rovina. Come si reagì a politiche di riedificazione del territorio che davano forma a uno spazio privo dei segni di un evento traumatico? Infine, si ragionerà sulla profonda trasformazione che ha subito, negli ultimi anni, il modo di concepire la ricerca su violenza e genocidio per effetto di una straordinaria espansione delle tradizionali “zone d’archivio”, comprese quelle orali, narrative, visuali, materiali, archeologiche. Si sono così sviluppate originali forme di negoziazione tra estetica, etica, politica e storia, nuove tipologie di “memoria culturale” delle collettività, che risultano sempre più indispensabili per la costruzione sociale del passato.
 

Docente Antonella Salomoni,  professore ordinario di Storia contemporanea presso il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali, Università della Calabria, dove è titolare dei corsi di Storia dei diritti umani e culture della pace e Storia dei servizi sociali. Insegna Storia della shoah e dei genocidi presso il Dipartimento di Storia, Culture e Civiltà, Università di Bologna. E' membro del corpo docente del dottorato Global History and Governance, Scuola Superiore Meridionale. Nel triennio 2019-2021 condurrà come Principal Investigator del PRIN 2017 la ricerca "Political cultures in the transition from Communism to "illiberal democracies". The cases of Russia, Ukraine and Poland".
 

Calendario delle lezioni:

lunedì 25 gennaio | ore 18.00
Prima: l’esperienza del pogrom

lunedì 1 febbraio | ore 18.00
Durante: lo spazio del genocidio

lunedì 8 febbraio | ore 18.00
Dopo: rovine materiali e mentali

lunedì 15 febbraio | ore 18.00
Creare con le parole e con la pietra
 

Costo: € 60,00
Iscrizioni entro il 20 gennaio 2021
MODALITÀ DI PAGAMENTO
• bonifico bancario presso UNICREDIT di Bologna | intestato a Fondazione Museo Ebraico di Bologna IBAN: IT11S0200802513000001636266
Inviare modulo di iscrizione, scaricabile anche dal sito www.museoebraicobo.it e copia del codice fiscale a: amministrazione@museoebraicobo.it
 

Il corso si svolgerà ONLINE, sulla piattaforma ZOOM |Gli iscritti prima dell’inizio di ogni lezione riceveranno la mail con il link per accedere
 

Info: Museo Ebraico di Bologna  info@museoebraicobo.it | 051 2911280 | 051 6569003 | 

La Storia #aportechiuse con Angela Pierro

online
online
online
Certosa_estate_2020_storia_a_porte_chiuse

La Storia #aportechiuse propone un palinsesto di dirette Facebook che vede alternarsi diverse voci per condividere insieme l'arte e la storia, occasioni per stare qualche minuto in compagnia e offrire spunti per approfondire da casa eventi, persone, opere d'arte del nostro paese.

Al termine di ogni diretta gli utenti possono dialogare con l’autore del contributo video nei commenti al video stesso. Testi, documenti e video di approfondimento sono segnalati da specifici post.

Il progetto è realizzato dal Museo civico del Risorgimento in collaborazione con 8cento APS, Associazione Didasco e Associazione Amici della Certosa di Bologna.

Martedì 26 gennaio h 20
Angela Pierro, storica dell'arte
in diretta Facebook su Associazione Amici della Certosa di Bologna
con un intervento dedicato all'ocarina, celebre strumento musicale ideato dal budriese Giuseppe Donati (1836-1925).

Food Conversation: Dieta Mediterranea

online
online
online
dieta.png

In perfetto equilibrio tra cultura umanistica e scientifica, la dieta mediterranea ha contribuito alla costruzione di un'identità che ha superato i confini territoriali o alimentari: da un lato è diventata un modello per affrontare i prossimi anni rispondendo agli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda ONU 2030 e della nuova strategia Farm to Fork Europea per la riduzione degli impatti ambientali dell'agroalimentare; dall’altro, si sta ponendo come sistema per costruire un futuro “informato”, che parte dal locale per agire su scala globale avendo come caposaldo sempre l’educazione e le nuove generazioni.
 

Dieta mediterranea e alimentazione sostenibile saranno al centro della terza Food Conversation proposta da Fondazione Golinelli in collaborazione con Future Food Institute nell’ambito del progetto Good for Food, che si terrà mercoledì 27 gennaio 2021 dalle 17.30 sul canale YouTube di Good for Food.
 

Ospiti della conferenza saranno Sonia Massari, ricercatrice, docente, consulente e designer nel campo dell'educazione alla sostenibilità e dei metodi di progettazione per il settore agroalimentare e Stefano Pisani, Sindaco del Comune di Pollica, capitale simbolica della Dieta Mediterranea e sede del Centro Studi sulla Dieta Mediterranea Angelo Vassallo.
 

L'intervento sarà moderato da Sara Roversi, fondatrice del Future Food Institute.

Per informazioni e iscrizioni: goodforfood@fondazionegolinelli.it

Raniero Panzieri e i «Quaderni rossi»

online
presentazione 
presentazione 

Presentazione online del libro Raniero Panzieri e i «Quaderni rossi», Derive&Approdi. Insieme all’autore Marco Cerotto ne discute Federico Chicchi (Università di Bologna).

Raniero Panzieri è uno dei principali intellettuali e organizzatori culturali del movimento operaio italiano del secondo dopoguerra. È stato dirigente del Partito socialista, teorico delle famose tesi sul controllo operaio, fautore di una rilettura di Marx, fondatore dei «Quaderni rossi». Il rifiuto di Panzieri delle ideologie «oggettivistiche», ovvero dell’esaltazione delle macchine e delle tecnologie concepite come strumenti neutrali, rivela la necessità di analizzare lo sviluppo dei rapporti di produzione capitalistici nell’era del «miracolo economico» alla luce delle lotte operaie. A cent’anni dalla sua nascita, il volume «Raniero Panzieri e i “Quaderni rossi”» (fresco di stampa per la collana Input di DeriveApprodi) inquadra storicamente la straordinaria biografia intellettuale e politica di una figura ancora troppo poco conosciuta.
Insieme all’autore Marco Cerotto ne discute Federico Chicchi (Università di Bologna).
 

Maria Eisenstein: l'internata n°6

online
lettura spettacolo a cura di Legg'Io
lettura spettacolo a cura di Legg'Io
eisenstein.jpg

In occasione del Giorno della Memoria la Casa della Conoscenza di Casalecchio di Reno organizza una lettura spettacolo a cura del Gruppo Legg'Io.
Testi a cura di Donatella Vanghi.

Tra il 4 luglio e il 13 dicembre 1940 Maria Moldauer Eisenstein, una giovane ebrea viennese residente in Italia, fu rinchiusa nel campo di internamento femminile di Lanciano (CH) insieme ad altre 74 donne italiane e straniere in maggioranza ebree. La Eisenstein tenne un diario in cui descrisse minuziosamente la vita di quei mesi, la convivenza con le suecompagne e l'atteggiamento antisemita di molti italiani dell'epoca.
Più tardi ebbe modo di rielaborare queste note in un testo a metà strada fra il diario e ilromanzo, che venne pubblicato per la prima volta nel 1944, a Roma. Questa lettura èun'occasione per parlare di questo diario, un documento quasi sconosciuto, e dell'esistenzain Italia di decine di campi del duce maschili e femminili, in cui il fascismo chiuse ebrei enemici del regime. Ed è anche un'occasione per ripensare alla persecuzione degli ebrei inItalia, su cui troppo poco si è riflettuto nel dopoguerra.

In diretta streaming sul canale Youtube della Casa della Conoscenza

Per informazioni: info@amicidellaprimolevivalledelreno.org

347-7685945 / 339-3292430 
 

Incontro con Wilfried N’Sondé

online
presentazione online del libro
presentazione online del libro
61b5Nw+UYvL._SX332_BO1,204,203,200_.jpg

Incontro con lo scrittore congolese Wilfried N’Sondé, fresco di pubblicazione in Italia con Un oceano, due mari, tre continenti (66th&2nd Editore). Traduzione a cura di Stefania Buonamassa, traduttrice del libro. In dialogo con Nadia Valgimigli, esperta di letteratura francofona africana, e il libraio Giorgio Santangelo.
In collaborazione con il Centro Amilcar Cabral di Bologna.


IL LIBRO Il viaggio di Nsaku Ne Vunda ha inizio nel 1583 in una notte di tempesta, nel piccolo villaggio di Boko, «una contrada di misteri e magia, dove i morti a volte si aggiravano tra i vivi in una promiscuità mistica che sfidava le leggi della ragione». Cresciuto nel rispetto degli antenati e delle tradizioni del suo popolo, studia alla scuola dei missionari nella capitale del regno del Congo, dove viene ordinato prete con il nome di don Antonio Manuel. Tornato nel villaggio natale, si dedica alla costruzione di una cappella e percorre la provincia allo scopo di convincere donne e uomini a unirsi alla comunità dei cristiani. Un destino inaspettato però lo attende. Convocato da re Alvaro II, viene nominato ambasciatore presso la Santa Sede con una missione segreta: informare il papa della tratta degli schiavi che riduce i suoi connazionali in catene. Comincia così una grande avventura attraverso un oceano, due mari e tre continenti, che lo condurrà prima in Brasile, poi in Portogallo, in Spagna e infine a Roma, tra assalti di pirati, naufragi e persecuzioni della Santa Inquisizione. Scoprirà il valore dell'amicizia e anche quello dell'amore, senza mai arrendersi anche quando la sua fede vacillerà di fronte agli orrori di cui sarà testimone. In questo romanzo intriso di compassione e umanità, N'Sondé fa rivivere un personaggio misconosciuto della Storia, un Candido africano portatore, nonostante le prove affrontate, di un messaggio intramontabile di uguaglianza, fraternità e speranza.

Le Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi

online
concerto per archi e violino solista | streaming Facebook
concerto per archi e violino solista | streaming Facebook
Bologna Eventi-La via della Musica_Le Quattro Stagioni_detail.jpg

Un concerto per ricominciare! Domenica 31 gennaio 2021 alle ore 17.00, dalla meravigliosa Chiesa dei S.S. Vitale e Agricola in Arena, Le Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi, concerto per archi e violino solista, in streaming Facebook.


Info e acquisto biglietto a questo link


www.facebook.com/laviadellamusicaedelgusto/

www.bolognaeventi.net/

Furore

online
La parola soffiata – voci di attori e attrici / Agorà on line
La parola soffiata – voci di attori e attrici / Agorà on line
Fior-di-nulla-ph.Serafino-Amato.jpg

Furore
Maurizio Cardillo

La parola scelta dall’attore Maurizio Cardillo è Furore.

Cieco furore dell’andarsene, lasciare, abbandonare. Furore delle rabbie masticate e della polvere. Furore delle radici strappate. Orgoglio. Umile furore covato nei miti sorrisi. Ingiustizia. Umiliazione e fierezza. Sopportazione. Povertà. Fame. Nostalgia della propria aria, dell’odore che faceva la propria terra. Furore dell’amicizia nell’indigenza. Disperazione. Amore. Furore del desiderio. Bellezza dei corpi, anche dei corpi sporchi, senz’acqua, coperti di polvere. Furore della roba. Del mio e del tuo e del vostro e del nostro. Furore del vendere e del non poter comprare.
E infine furore nell’immaginare un mondo diverso: quieto, sensibile, placato nel piacere e nella giustizia.
Come la morte, più della povertà, il furore e la rabbia sono temi poco di moda, per niente cool, quasi tabù.
Il furore è uno stato d’animo iperbolico. La parola – muovendo dal concetto di rabbia – sconfina nei territori della passione.
E nella passione attingono a piene mani i due capolavori letterari che accompagnano il mio “essere furore” per il tempo presente e per i miei contemporanei, afflitti e speranzosi.
L’omonimo Furore di John Steinbeck, del 1939 –  emozionante Via Crucis dei migranti americani – abbecedario civile e sentimentale per molti di noi, spettatori un po’ intontiti delle odierne migrazioni..
E La Vita Agra di Luciano Bianciardi. Pubblicato nel 1962, in pieno miracolo economico, questo romanzo dà voce ad un’Italia marginale, per nulla pacificata e anzi molto arrabbiata verso la disumanità del progresso a tutti i costi. Verso la fine del romanzo, che ebbe un grande successo, Bianciardi disegna l’utopia di una società che rinuncia completamente a tutto ciò che viene considerato utile, per far posto ad una vita in cui l’unica cosa che conta sono le relazioni tra gli esseri umani e tra gli esseri umani e la Natura.


Lo spettacolo di Maurizio Cardillo avviene in diretta, in dimensione sonora su piattaforma digitale. Per la partecipazione è necessario prenotare entro le ore 20.30 del giorno di spettacolo. Il costo è di 3 euro.
Per partecipare è necessario disporre di un computer o uno smartphone ed una connessione ad internet. Lo spettacolo avviene in diretta e solo in dimensione sonora attraverso piattaforma Zoom che si può scaricare gratuitamente a questo link https://zoom.us/download
Selezionando il dispositivo sul quale si vuole installarlo.

Weekend Utopici

online
Laboratori online di Sartoria Utopia
Laboratori online di Sartoria Utopia
sartora utopia.jpg

Dal mese di febbraio Sartoria Utopia attiva laboratori di scrittura creativa, poesia, collage e altre magie: due gli appuntamenti: uno dedicato alla lirica amorosa e al collage e uno dedicato alla lettura dei Tarocchi prendendo spunto dai Tarocchi dell'Inatteso appena pubblicati.
 


Programma


Laboratorio utopico dedicato alla scrittura di poesie d’amore e alla realizzazione di un bigliettino per San Valentino da spedire all’\agli amat* lontan*.
In tempi di isolamento e lontananza fisica, Sartoria Utopia  invita a riscoprire la bellezza del dono oltre il virtuale con un workshop condotto da Francesca e Manuela diviso in due moduli: il primo di scrittura creativa dove si proverà a scrivere versi amorosi e il secondo di collage dove si realizzerà una “valentina” (bigliettino d’amore) da spedire a chi è lontano.
Gli incontri si terranno su piattaforma GoogleMeet. E’ possibile partecipare anche a un solo incontro.

  • dalle 10 alle 12.30 Laboratorio di poesia
    Sotto la guida di Francesca Genti si proverà a scrivere una poesia d’amore tramite letture, indicazioni, giochi e esercizi volti a sbrigliare la creatività e a accogliere l’ispirazione.
    Necessario: penna e quaderno
     
  • dalle 15 alle 18 Laboratorio di poesage
    Sotto la guida di Manuela Dago si creerà insieme un “poesage”, vera e propria poesia composta da immagini e parole attraverso la tecnica del collage.
    Necessario: forbici e colla gli altri materiali saranno forniti via posta da Sartoria Utopia

Ogni partecipante è invitato a progettare il proprio bigliettino d’amore con ritagli selezionati appositamente e inviati per posta da Sartoria Utopia. 
Informazioni su costi, iscrizioni  e scadenze
 



Alla scoperta del denso e sorprendente linguaggio dei Tarocchi articolato in quattro appuntamenti, tre dei quali sul significato e la lettura del mazzo condotti da Francesca Genti e uno condotto da Manuela Dago sulla rielaborazione visiva degli Arcani.

I Tarocchi sono un ricco e meraviglioso testo visivo, un mezzo affascinante e duttile per conoscere sé stessi, “giocare al futuro” o semplicemente sbrigliare la fantasia costruendo storie.  Gli incontri si terranno su piattaforma GoogleMeet. E’ possibile partecipare anche a un solo incontro.

  • 20 febbraio dalle 10 alle 12.30. Laboratorio di studio e osservazione degli Arcani dal Matto alla Ruota.

Francesca Genti spiegherà la simbologia della prima sequenza degli Arcani Maggiori (da 0 a 10) e come sono cambiati i significati nel corso del tempo. Tramite la tecnica delle libere associazioni ogni partecipante sarà invitato a dare il suo contributo, arricchendo ogni Arcano di nuovi significati.

  • 20 febbraio dalle 14.30 alle 17. Laboratorio di studio e osservazione degli Arcani dalla Forza al Mondo con Francesca Genti.

Francesca Genti spiegherà la simbologia della seconda sequenza degli Arcani Maggiori (da 11 a 22) e come sono cambiati i significati nel corso del tempo. Tramite la tecnica delle libere associazioni ogni partecipante sarà invitato a dare il suo contributo, arricchendo ogni Arcano di nuovi significati.

  • 21 febbraio dalle 10 alle 12.30. Laboratorio di lettura dei Tarocchi.

Sotto la guida di Francesca Genti ogni partecipante, nella doppia veste di consultante\lettore, si cimenterà nell’interpretazione del mazzo seguendo vari schemi di lettura.
Necessario: penna e quaderno, non necessariamente un mazzo anche se sarebbe consigliato.

  • 21 febbraio dalle 15 alle 18. Laboratorio di creazione del proprio Arcano personale attraverso la tecnica del collage.

Sotto la guida di Manuela Dago ogni partecipante è invitato a immaginare un nuovo Arcano che lo rappresenti e guidi e realizzarlo con immagini e ritagli selezionati appositamente e inviati per posta da Sartoria Utopia.
Necessario: forbici e colla gli altri materiali saranno forniti via posta da Sartoria Utopia

Informazioni su costi, iscrizioni e scadenze

Corso ebraico di base

online
online con docente madrelingua
online con docente madrelingua
CorsoEbraicoONLINE.jpg

Il corso è composta da 15 lezioni, tutti i martedì dalle ore 14.00 alle ore15.00
Inizio: 9 febbraio 2021

 

Il corso affronta le basi della lingua ebraica. Alfabeto ebraico: consonanti e vocali; sillabe e vocalizzazione delle sillabe; sostantivi; aggettivi; lettura. Il corso permette di acquisire conoscenze linguistiche di base per esprimersi, leggere e capire testi semplici e usare normali frasi quotidiane. Il metodo di insegnamento adottato è particolarmente coinvolgente, poiché tende a rilevare le caratteristiche di una lingua dalle radici antiche, i cui significati sono insegnamenti e tesori di conoscenza. Inoltre, tiene conto della simbologia delle lettere, della loro composizione e della correlazione con il significato.
 

Docente: Nahmiel Ahronee madrelingua.
 

Il corso si svolgerà ONLINE, sulla piattaforma ZOOM
 

Quota iscrizione > € 200,00
Iscrizioni > entro 29 gennaio 2021

Inviare modulo di iscrizione, scaricabile qui sotto, e copia del codice fiscale a: amministrazione@museoebraicobo.it

Info: Museo Ebraico di Bologna  info@museoebraicobo.it | 051 2911280 | 051 6569003 | 

Cibo, futuro, città

online
Una visione globale per la sopravvivenza dell’uomo e del pianeta | Incontri in diretta streaming
Una visione globale per la sopravvivenza dell’uomo e del pianeta | Incontri in diretta streaming
Cibofuturocittà_Banner.jpg

Se nutrirsi è una necessità primaria per una popolazione in costante crescita, produrre cibo sostenibile e salutare accessibile a tutti è un obiettivo che impone il coinvolgimento di tutte le risorse culturali, scientifiche e tecnologiche di cui disponiamo. A che punto è la ricerca sul cibo del futuro? Come si stanno organizzando le città per garantirlo a tutti in modo sostenibile e giusto? Questi alcuni degli interrogativi a cui si cercherà di rispondere durante i tre incontri della rassegna. Con Francesca Gamberini

martedì 9 febbraio 2021, ore 18:30
Il destino del cibo - Così mangeremo per salvare il mondo
Quale sarà il nostro possibile futuro a tavola in un mondo più sostenibile, più sano e più giusto? Agnese Codignola, giornalista scientifica, presentando il suo libro ci guiderà verso una rassegna puntuale sullo stato della ricerca in campo agroalimentare e delle avanguardie dei sistemi di produzione per far fronte ai cambiamenti del pianeta e del suo ecosistema.

martedì 23 febbraio 2021, ore 18:30
Food and the cities – Politiche del cibo per città sostenibili

Lo scopo delle food policy delle città è quello di connettere e organizzare in modo sistemico tutti gli aspetti legati al cibo in rapporto alle città: coltivare, distribuire, consumare, evitare gli sprechi, riciclare ed educare. Andrea Magarini Pellini presenta nel suo libro un’analisi delle politiche per i sistemi alimentari di alcune grandi città del mondo, partendo dal cibo per ripensare a nuove forme di sviluppo e gestione delle città in modo sostenibile.

martedì 9 marzo 2021, ore 18:30
Progetti di agricoltura urbana. Presentazione dei progetti ResCUE-AB e FoodE

Giovanni Bazzocchi, ricercatore e professore dell’Università di Bologna, presenta i progetti del ResCUE-AB Centro studi e ricerca agricoltura urbana e biodiversità e FoodE Food System in European Cities,il cui obiettivo “è la trasformazione della città in un eco-laboratorio diffuso che metta in rete le diverse esperienze di agricoltura ed ecologia urbana e faciliti la creazione di corridoi ecologici”.


Gli incontri vengono trasmessi in diretta streaming sulla pagina facebook e sul canale YouTube di CUBO

Ingresso libero


facebook.com/cubounipol

canale youtube

cubounipol.it

Reti e piattaforme

online
Sociologia e tecnologia e le possibili evoluzioni future | Incontri in diretta streaming
Sociologia e tecnologia e le possibili evoluzioni future | Incontri in diretta streaming
Retiepiattaforme_Banner.jpg

Le reti assumono un’importanza sempre maggiore nell’economia globale. Gli sviluppi tecnologici hanno spesso al centro piattaforme che si pongono come intermediari di relazioni e di scambi. La pandemia che ha segnato il 2020 ha accelerato questi processi, rendendo sempre più centrale la tecnologia come forma di mediazione delle relazioni sociali. In questo ciclo, con uno sguardo al confine tra sociologia e tecnologia, cercheremo di cogliere le principali caratteristiche e intersezioni di questi fenomeni e le loro possibili evoluzioni future. Con Associazione Tempora ​.

martedì 12 gennaio 2021, ore 18:30
Il valore delle relazioni
Le riflessioni in merito all’inadeguatezza dell’attuale modello di sviluppo e ai paradigmi alternativi da perseguire, a partire da quello della sostenibilità, invitano a ripensare il processo stesso di generazione del valore. Una riflessione che parte anche dai concetti di solidarietà e reciprocità. Che ruolo potrebbero giocare le reti sociali il valore umano nelle trasformazioni attuali?
Con Francesco Morace

mercoledì 10 febbraio 2021, ore 18:30
Come decidono gli algoritmi?

L’evoluzione dell’intelligenza artificiale e degli algoritmi rappresenta uno dei settori di punta dell’evoluzione tecnologica degli ultimi decenni. In particolare gli algoritmi predittivi elaborano immense quantità di dati per operare e prendere decisioni in settori sempre più diversi e numerosi. Quali sono le logiche alla base del funzionamento di questi algoritmi? Come prendono le loro decisioni? Come si può quindi controllare il loro operato? Quali conseguenze sociali potrebbero derivare da questa digitalizzazione della società?
Con Elena Esposito

giovedì 8 aprile 2021, ore 18:30
Schiavi del clic

L’intelligenza artificiale esiste grazie al lavoro di milioni di persone senza diritti. Nella società plasmata dai colossi di Internet e dal capitalismo delle piattaforme il lavoro infatti non è scomparso ma si è digitalizzato dando vita ad inedite dinamiche di sfruttamento che coinvolgono non solo gli “schiavi del clic” ma anche i consumatori. Come smascherare questo nuovo sfruttamento? E Come immaginarne un superamento?
Con Antonio A. Casilli


Gli incontri vengono trasmessi in diretta streaming sulla pagina facebook e sul canale YouTube di CUBO

Ingresso libero


facebook.com/cubounipol

canale youtube

cubounipol.it

Il volto delle parole | A tu per tu con Corrado Augias

online
racconti d’autore
racconti d’autore
breviario2.jpeg

Incontri a tu per tu con l'autore per andare oltre la parola scritta e conoscere lo straordinario lavoro che si cela dietro alla composizione di opere di successo, ma anche delle eccezionali occasioni per scoprire i personaggi e i temi che gli ospiti della rassegna hanno reso protagonisti dei loro libri e che sono davvero il "volto" delle loro parole.

A tu per tu con Corrado Augias, incontro con l’autore di Breviario per un confuso presente, Einaudi

Ingresso libero

 In collaborazione con Società editrice Il Mulino.

Gli incontri vengono trasmessi in diretta streaming sulla piattaforma di CUBO, sulla pagina Facebook e sul canale Youtube

Fratture

online
Una storia di svolte tecnologiche  | Incontri in diretta streaming
Una storia di svolte tecnologiche  | Incontri in diretta streaming
Fratture_Banner.jpg

La Storia dimostra di andare avanti spesso per fratture, strappi, svolte, legati anche a piccoli eventi ma capaci di mutare la società e spesso sono scosse tecnologiche: invenzioni, scoperte, soluzioni che cambiano la vita, la società perfino la mentalità dell'uomo. Quali sono state le svolte/fratture della nostra Storia recente? E come hanno cambiato, spesso anche in maniera imprevista, la nostra società? “Fratture. Storie di svolte tecnologiche" è un ciclo di 3 incontri che si propone di analizzare alcuni grandi e piccoli eventi che hanno scosso la nostra Storia a partire dal '900. Con Stefania Carini.​

mercoledì 17 febbraio 2021, ore 18:30
Il vaccino e la salute pubblica

I vaccini, e la loro diffusione di massa, hanno mutato il nostro rapporto con le malattie. Dal vaccino antipolio fino a quello contro il Covid-19. Stefania Carini dialoga con Giacomo Papi, giornalista e scrittore, autore di Happydemia (Feltrinelli), e Guido Silvestri, MD, Professor & Chair, Emory University, Atlanta

mercoledì 17 marzo 2021, ore 18:30
La plastica tra uso, abuso, riciclo

La plastica ha cambiato il nostro mondo “materiale”, tra uso industriale e quotidiano, fino a diventare moda e design. Ora cambia ancora per una maggiore sostenibilità. Stefania Carini incontra Chiara Alessi, esperta di design e saggista (Tante care cose, Loganesi)

mercoledì 14 aprile 2021, ore 18:30
Il primo sito web e il mondo nuovo

Trenta anni fa nasceva il primo sito web. Da allora internet, e tutto quello che contiene e permette, dai social allo streaming, ha creato un mondo nuovo. Stefania Carini dialoga con Marianna Aprile, giornalista e scrittrice (Il Grande Inganno, Piemme)


Gli incontri vengono trasmessi in diretta streaming sulla pagina facebook e sul canale YouTube di CUBO

Ingresso libero


facebook.com/cubounipol

canale youtube

cubounipol.it

Enrico Dindo | Simone Rubino

Teatro Auditorium Manzoni
Musica Insieme | I Concerti 2021
Musica Insieme | I Concerti 2021
22febb21_Rubino Simone.jpg

ENRICO DINDO violoncello
SIMONE RUBINO percussioni

Bach Suite n. 3 per violoncello solo BWV 1009, versione per marimba
Hindemith Sonata per violoncello solo op. 25 n. 3
Golijov Mariel per violoncello e marimba
Xenakis Rebonds per percussioni
Piazzolla Escualo (vibrafono: Daniele Dindo)
                Oblivion, versione per violoncello e marimba
Boccadoro Red Harvest per violoncello e vibrafono
Molinelli Milonga y chacarera per violoncello e percussioni


Per informazioni: Fondazione Musica Insieme Tel. 051 271932
info@musicainsiemebologna.it www.musicainsiemebologna.it
App “Musica Insieme” disponibile su App Store e Google Play

1983 Butterfly

Teatri di Vita
Piccola Compagnia della Magnolia
Piccola Compagnia della Magnolia
butterfly.jpg

L’impiegato dell’ambasciata francese a Pechino vive per 20 anni un’intensa e appassionata storia d’amore con un uomo credendolo una donna. Identità di genere, amore, politica, spionaggio, rapporto Oriente-Occidente si intrecciano in una storia incredibile eppure vera, al centro di un clamoroso caso giudiziario che ha ispirato il film di David Cronenberg “M. Butterfly”.

Europa Galante | Fabio Biondi

Teatro Auditorium Manzoni
Musica Insieme | I Concerti 2021
Musica Insieme | I Concerti 2021
1mar21 Europa Galante.jpg

EUROPA GALANTE
FABIO BIONDI
violino e direttore

Haydn Divertimento in re maggiore per due violini, viola e basso
            (manoscritto di Schwerim, 1763)
            Sestetto “Eco” per due violini e basso e due violini e basso
            Cassazione in sol Hob.II: 2 per due violini, due viole e basso
            Concerto per violino, cembalo e archi in fa maggiore


Per informazioni: Fondazione Musica Insieme Tel. 051 271932
info@musicainsiemebologna.it www.musicainsiemebologna.it
App “Musica Insieme” disponibile su App Store e Google Play

Roberto Bolle and Friends

Teatro EuropAuditorium
Teatro EuropAuditorium | Stagione 2020/2021
Teatro EuropAuditorium | Stagione 2020/2021
1. Roberto Bolle.jpg

Una produzione Arte danza.

Un’occasione imperdibile per vedere sullo stesso palco l’Étoile dei Due Mondi Roberto Bolle con star internazionali della danza, un vero e proprio viaggio attraverso la bellezza e la magia di questa forma d’arte. Roberto Bolle, protagonista assoluto della danza, di questi Gala non è solo interprete ma anche direttore artistico. I suoi Gala sono diventati uno straordinario strumento di diffusione della danza e delle sue eccellenze ad un pubblico trasversale, composto da migliaia di appassionati e non solo. Bolle, forte della sua esperienza sui palcoscenici più importanti del mondo, riesce a rendere ognuno di questi spettacoli unico nel suo genere ricreando un’atmosfera magica che celebra la bellezza e l’eleganza della danza.

Accanto a lui alcuni tra i ballerini appartenenti alle più importanti Compagnie di ballo internazionali per realizzare un programma sempre nuovo, sorprendente, in grado di affascinare un numero di spettatori sempre più vasto ed eterogeneo. I Gala Roberto Bolle and Friends rappresentano un’opportunità culturale rara e di grandissimo prestigio, un viaggio imperdibile attraverso diversi stili e scuole differenti che suscitano emozioni sempre nuove.


ore 20.45

Info biglietti e prevendita


Informazioni
Telefono: +39 051 372540
info@teatroeuropa.it

In seguito all'emergenza Coronavirus, lo spettacolo di Roberto Bolle in programma il 18 e 19 aprile 2020, è stato rimandato al 2, 3 e 4 marzo 2021 (ore 20.45). I biglietti precedentemente acquistati rimarranno validi per le nuove date.

Il volto delle parole | M.

online
Il cammino di Benito Mussolini, il figlio di un secolo che ci ha reso quel che siamo
Il cammino di Benito Mussolini, il figlio di un secolo che ci ha reso quel che siamo
M scurati 2.jpg

Incontri a tu per tu con l'autore per andare oltre la parola scritta e conoscere lo straordinario lavoro che si cela dietro alla composizione di opere di successo, ma anche delle eccezionali occasioni per scoprire i personaggi e i temi che gli ospiti della rassegna hanno reso protagonisti dei loro libri e che sono davvero il "volto" delle loro parole.

M. Il cammino di Benito Mussolini, il figlio di un secolo che ci ha reso quel che siamo

Il racconto del fascismo attraverso un romanzo che ha come protagonista, per la prima volta, Benito Mussolini.
Con Antonio Scurati

Ingresso libero

 In collaborazione con Società editrice Il Mulino.

Gli incontri vengono trasmessi in diretta streaming sulla piattaforma di CUBO, sulla pagina Facebook e sul canale Youtube

Anastasio | Atto Zero

Estragon Club
 Tour 2021
 Tour 2021
anastasio-2.jpg

Anastasio ha pubblicato l’intro e title-track del suo primo album ufficiale dal titolo Atto Zero la cui produzione artistica è curata da Slait e Stabber oltre che da Alessandro Treglia. Un progetto che contiene tutte le diverse anime e sfaccettature che da sempre contraddistinguono un artista che rappresenta un unicum della scena italiana: l'energia del rap puro e semplice, la freschezza dei suoi ventidue anni e l'incisività della sua vena poetica con exploit nel cantautorato.

Anastasio ha partecipato alla 70° edizione del Festival di Sanremo con il brano dal titolo Rosso di Rabbia di cui è autore del testo e co-autore delle musiche insieme a Marco Azara, Luciano Serventi, Stefano Tartaglini ed è prodotto da Danny the cool & Stabber. Rosso di Rabbia è un capitolo della storia di un personaggio che sta rincorrendo da anni: il Sabotatore.


Apertura porte: ore 19:30
Inizio evento: ore 21:30 

Info biglietti e prevendita

Atto Zero Tour di Anastasio, inizialmente previsto nel 2020, è stato spostato al 2021. I biglietti già acquistati rimangono validi per le nuove date. Info: www.magellanoconcerti.it

Quartetto di Cremona

Teatro Auditorium Manzoni
Musica Insieme | I Concerti 2021
Musica Insieme | I Concerti 2021
8mar21_Quartetto di Cremona.jpg

QUARTETTO DI CREMONA
Cristiano Gualco violino
Paolo Andreoli violino
Simone Gramaglia viola
Giovanni Scaglione violoncello

Vacchi  Quartetto per archi n. 6 “Lettera a Johann Sebastian Bach”
             nuova composizione commissionata dal Comitato AMUR

Bach    L’Arte della fuga BWV 1080, versione per quartetto d’archi


Per informazioni: Fondazione Musica Insieme Tel. 051 271932
info@musicainsiemebologna.it www.musicainsiemebologna.it
App “Musica Insieme” disponibile su App Store e Google Play

Adriana Lecouvreur

online
l’opera diventa un film trasmesso da RAI 5
l’opera diventa un film trasmesso da RAI 5
adriana.jpeg

Si trasforma in un set cinematografico il teatro Comunale di Bologna per rappresentare uno dei più grandi omaggi dell’opera al mondo del teatro: l’Adriana Lecouvreur di Francesco Cilea, che diventa un film per la TV grazie alla collaborazione con la Rai.
 

Lo spettacolo, originariamente previsto lo scorso maggio ma sospeso a causa dell’emergenza sanitaria, sarà registrato a porte chiuse a inizio febbraio per essere trasmesso da Rai Cultura in prima visione su Rai5 giovedì 11 marzo alle 21.15, aprendo in maniera inedita l’anno operistico 2021 del teatro felsineo.
 

La direzione musicale è affidata ad Asher Fisch, mentre il progetto registico, declinato nella versione film-opera, è firmato da Rosetta Cucchi, che sarà affiancata per la regia televisiva da Arnalda Canali.
 

«In un momento difficile e incerto per la vita dei teatri come quello che stiamo attraversando – dice il Sovrintendente del Comunale di Bologna Fulvio Macciardi – la sfida è quella di trovare soluzioni percorribili e sicure, mantenendo alta la qualità della proposta artistica. Fondamentale diventa allora la collaborazione con la Rai, e in particolare con Rai Cultura, che ci permette di produrre un nuovo spettacolo con la formula del film-opera, e di portarlo in tutta Italia su Rai5.Il titolo non è scelto certo a caso: il primo atto dell’Adriana Lecouvreur pensata da Rosetta Cucchi sarà ambientato ai tempi della grande attrice, quel Settecento che ha visto nascere il nostro splendido teatro progettato dal Bibiena, che diventa lo sfondo ideale, anche fuori dal palcoscenico, per le riprese televisive».
 

Protagonista in un doppio debutto, nel ruolo del titolo e nella Sala Bibiena, è il soprano lettone Kristine Opolais, reduce dal successo televisivo di “A riveder le stelle” che ha sostituito la prima della Scala e tra le star più contese dai principali teatri della scena internazionale, come la Metropolitan Opera di New York, la Royal Opera House di Londra e la Bayerische Staatsoper di Monaco di Baviera. A Bologna Opolais potrà interpretare una parte che «insegue da sempre». Insieme a lei sono impegnati Luciano Ganci nella parte di Maurizio, Romano Dal Zovo in quella del Principe di Bouillon, Nicola Alaimo nei panni di Michonnet, Veronica Simeoni in quelli della Principessa di Bouillon. Completano la compagine vocale Gianluca Sorrentino (L’abate di Chazeuil), Elena Borin (Mad.lla Jouvenot), Aloisa Aisemberg (Mad.lla Dangeville), Luca Gallo (Quinault) e Stefano Consolini (Poisson).
L’acrobata è Davide Riminucci.
 

 

(In)correct

Teatri di Vita
regia di Leta Popescu (Romania)
regia di Leta Popescu (Romania)
incorrect.jpg

Un viaggio sul Danubio fa esplodere lo scontro tra vecchie e nuove generazioni sulle minoranze etniche, sul lavoro all’estero e sulle tematiche LGBT. “(In)correct” è il racconto dei giovani romeni divaricati tra le aperture verso il futuro e i legami della tradizione, nel momento in cui diventano adulti.
 

Prima nazionale
 

con Alexandra Caras, Cătălin Filip, Oana Mardare, Alina Mișoc, Emőke Pál, Paul Sebastian Popa, Lucian Teodor Rus, Doru Taloș
 

produzione Reactor
 

Giovanni Sollima

Teatro Auditorium Manzoni
Musica Insieme | I Concerti 2021
Musica Insieme | I Concerti 2021
26mar21_SOLLIMA Giovanni SHOBHA_copyright.jpg

GIOVANNI SOLLIMA violoncello

Sollima Lamentatio
Stravinskij Tre pezzi per clarinetto (eseguiti al violoncello)
Bach Suite n. 6 in re maggiore per violoncello solo BWV 1012
Segatta Suite Necromantica – prima esecuzione assoluta
Komitas Krunk
Bellini Sinfonia da Adelson e Salvini (arr. Sollima)
Reich Violin Phase
Purcell Curtain Tune on a Ground – The Cold Song – Strike the viol
Sollima Terra aria


Per informazioni: Fondazione Musica Insieme Tel. 051 271932
info@musicainsiemebologna.it www.musicainsiemebologna.it
App “Musica Insieme” disponibile su App Store e Google Play

Foto: Giovanni SHOBHA

La Nebbiosa

Teatri di Vita
di Paolo Trotti e Stefano Annoni
di Paolo Trotti e Stefano Annoni
La-Nebbiosa.jpg

Nel 1959, poco dopo l’uscita di “Una vita violenta”, a Pier Paolo Pasolini viene commissionata una sceneggiatura che abbia come sfondo Milano. Decide di scrivere “La Nebbiosa”, un film sui Teddy Boy che, come i “ragazzi di vita”, cercano di sopravvivere, galleggiando tra le rovine di una città in costruzione. Il film non si farà mai per problemi produttivi, ma resta la sceneggiatura, che a teatro prende finalmente vita in questo spettacolo, vincitore del bando Next 2017, con incalzante ritmo rock & roll.
 

con Stefano Annoni e Diego Paul Galtieri
regia di Paolo Trotti
produzione Teatro Linguaggicreativi

Mogol racconta Mogol

Teatro Il Celebrazioni
Il Celebrazioni | Stagione 2019/20 – Evento ospite
Il Celebrazioni | Stagione 2019/20 – Evento ospite
Mogol.jpg

Mogol racconta Mogol, in programma l'8 marzo 2020 e già rimandato al 10 ottobre 2020, è stato rinviato al 28 marzo 2021 (ore 18.00). I titoli di ingresso originari saranno validi per la nuova data mantenendo gli stessi posti.

Mogol racconta Mogol, evento benefico promosso dal Lions Club Bologna Irnerio, è stato pensato per celebrare questo grande personaggio sia attraverso le sue parole vive che attraverso quelle immortalate dalle incisioni dei musicisti con i quali ha collaborato.
Conosciuto e amato per il sodalizio artistico con Lucio Battisti, Mogol ha messo a disposizione la sua arte poetica per molti artisti, da Mina a Mango, da Riccardo Cocciante a Adriano Celentano e tanti altri. Lo spettacolo, un' intervista/chiacchierata condotta dal giornalista Marino Bartoletti, sarà inframmezzata da alcune tra le canzoni più celebri di Mogol, interpretate dalla Band La Compagnia, formata da musicisti di grande talento e nata per portare sul palco e riproporre dal vivo i brani di questo grande autore.


MOGOL RACCONTA MOGOL

Con Marino Bartoletti e la Band LA COMPAGNIA


ore 21.00

I Virtuosi Italiani | Alessandro Carbonare

Teatro Auditorium Manzoni
Musica Insieme | I Concerti 2021
Musica Insieme | I Concerti 2021
29mar21_Carbonare Alessandro vert.jpg

I VIRTUOSI ITALIANI
ALESSANDRO CARBONARE
clarinetto

Verdi/Bassi Rigoletto – Fantasia da concerto
Weber Quintetto per clarinetto e archi in si bemolle maggiore op. 34,
             versione per orchestra d’archi

Čajkovskij Elegia per archi in memoria di Ivan Vasilevič Samarin
Šostakovič Sinfonia da camera op. 110/a


Per informazioni: Fondazione Musica Insieme Tel. 051 271932
info@musicainsiemebologna.it www.musicainsiemebologna.it
App “Musica Insieme” disponibile su App Store e Google Play

Enrico Brignano | Un’ora sola vi vorrei…

Teatro EuropAuditorium
Teatro EuropAuditorium | Stagione 2020/2021
Teatro EuropAuditorium | Stagione 2020/2021
1. Enrico Brignano_phMarina Alessi.jpg

Grande successo di pubblico per Un’ora sola vi vorrei…, il nuovo one man show di Enrico Brignano che, dopo aver attraversato l’Italia in lungo e in largo, torna a calcare i principali palcoscenici d’Italia, tra cui quello del Teatro EuropAuditorium di Bologna. Una produzione Vivo Concerti.

“Ruit hora”, dicevano i latini, “Il tempo fugge”, facciamo eco noi oggi. Che poi, che c’avrà da fare il tempo, con tutta questa fretta? E come mai, se il tempo va così veloce, quando stiamo al semaforo non passa mai? “L’attesa del piacere è essa stessa piacere”, sosteneva Oscar Wilde. In effetti, Oscar ha ragione. Perché quando sei sotto al sole alla fermata dell’autobus, ti fanno male i piedi, non ci sono panchine, è ora di pranzo e non hai neanche un pacchetto di crackers… e tornare a casa sarebbe essa stessa un piacere… lì l’attesa del piacere… per piacere… si capisce che è un piacere, no? Mi sa che le teorie di Oscar Wilde vanno un po’ riviste…

A spasso nel suo passato, tra ricordi e nuove proposte che rappresentano un ponte gettato sul futuro, Enrico Brignano passeggia sulla linea tratteggiata del nostro presente, saltella tra i minuti, prova a racchiudere il fiume di parole che ha in serbo per il suo pubblico e a concentrarle il più possibile, in un’ora e mezza di spettacolo. Sì, un’ora e mezza. Ma il titolo dice “un’ora sola”. E la mezz’ora accademica non ce la mettiamo? E poi c’è il condizionale “vi vorrei”, che indica un desiderio non una realtà. O magari Brignano riuscirà magicamente, insieme al suo pubblico, a fermare anche il tempo?


Orario spettacoli: ore 21.00

Info biglietteria


Informazioni
Telefono: +39 051 372540
info@teatroeuropa.it

In seguito all'emergenza Covid-19, lo spettacolo in programma l'8 e il 9 aprile 2020, è stato rinviato al 30 e 31 marzo 2021 (ore 21.00). I biglietti precedentemente acquistati rimarranno validi per la nuova data.

Willie Peyote

Estragon Club
Live 2021
Live 2021
Willie Peyote-live2021.jpg

Willie Peyote protagonista sui palchi dei più importanti club d’Italia. Lo show è l’occasione per ascoltare il nuovo album per la prima volta in versione live, oltre che cantare i suoi successi.


Apertura porte: ore 19:00
Inizio evento: ore 21:00 

Info biglietti e prevendita

A causa del perdurare dell'emergenza sanitaria, il tour di Willie Peyote, già posticipato, è stato riprogrammato nel 2021. I biglietti acquistati restano validi per le nuove date. Info: www.magellanoconcerti.it

Il bacio della vedova

Teatri di Vita
di Israel Horovitz
di Israel Horovitz
bacio_della_vedova.jpg

Era una giornata di assoluta normalità e noia, quando nulla lasciava presagire cosa sarebbe potuto accadere. Un testo spiazzante per lo spettatore che, dopo un inizio leggero, si ritrova tra le mani una storia attuale, cruda, di violenza sulle donne, come tante di quelle che riempiono le cronache dei giornali.
 

regia Teresa Ludovico
spazio scenico e luci Vincent Longuemare
con Diletta Acquaviva, Alessandro Lussiana, Michele Schiano Di Cola
produzione Teatri di Bari / Teatro Kismet

Massimo Quarta | Pietro De Maria

Teatro Auditorium Manzoni
Musica Insieme | I Concerti 2021
Musica Insieme | I Concerti 2021
12apr21 Quarta Massimo.jpg

MASSIMO QUARTA violino
PIETRO DE MARIA pianoforte

Brahms Sonata n. 1 in sol maggiore op. 78
Campogrande nuova composizione commissionata da Musica Insieme – prima esecuzione assoluta
Brahms Sonata n. 3 in re minore op. 108


Per informazioni: Fondazione Musica Insieme Tel. 051 271932
info@musicainsiemebologna.it www.musicainsiemebologna.it
App “Musica Insieme” disponibile su App Store e Google Play

Iosonouncane - IRA

Teatro Duse
Teatro Duse
Teatro Duse
IOSONOUNCANE-2019.jpg

Panico Concerti, in collaborazione con Locomotiv Club

IOSONOUNCANE
IRA

IRA è il nuovo album di IOSONOUNCANE. Verrà presentato con sette concerti di anteprima, prima che qualsiasi materiale sonoro possa essere disponibile in qualunque formato, fisico o digitale. IRA nascerà sul palco e queste saranno sette prime, in cui il pubblico sarà invitato a immergersi nel flusso dell’album, scardinando le modalità di fruizione consolidate dalla discografia nella nostra era post-discografica.

IRA è un lavoro interamente scritto in ogni singola parte da IOSONOUNCANE, ma è un lavoro che non potrebbe esistere senza i musicisti che l’hanno suonato all’interno di due anni di sessioni, prove, esperimenti e registrazioni. È anche per questo, per presentare l’opera nella sua forma primigenia, che si è deciso di dare vita a questo lavoro attraverso un’esecuzione integrale. Sul palco, assieme a IOSONOUNCANE ci saranno i musicisti della Mandria che hanno già lavorato al tour di DIE (Amedeo Perri, Francesco Bolognini, Serena Locci e Simone Cavina), ai quali si aggiungeranno Simona Norato e Mariagiulia Degli Amori. Alla regia del suono, come sempre, Bruno Germano.


ore 21:00

Info biglietti

Il concerto, inizialmente previsto il 2 aprile e già posticipato al 9 settembre 2020 a causa dello stato di emergenza Covid-19  è stato riprogrammato il 13 aprile 2021. Restano validi i biglietti già acquistati. Info: teatroduse.it - Mail: biglietteria@teatroduse.it

Quartetto Prometeo | Mariangela Vacatello

Teatro Auditorium Manzoni
Musica Insieme | I Concerti 2021
Musica Insieme | I Concerti 2021
19apr21 Vacatello_Mariangela.jpg

QUARTETTO PROMETEO
MARIANGELA VACATELLO
pianoforte

Debussy Étude n. 10 pour les sonorités opposées per pianoforte
Stroppa Trois études pour piano
Beethoven Quartetto per archi in fa minore op. 95 – “Serioso”
Schumann Quintetto per pianoforte e archi in mi bemolle maggiore op. 44


Per informazioni: Fondazione Musica Insieme Tel. 051 271932
info@musicainsiemebologna.it www.musicainsiemebologna.it
App “Musica Insieme” disponibile su App Store e Google Play

Marco Masini live | 30th Anniversary

Teatro EuropAuditorium
Teatro EuropAuditorium | Stagione 2020/2021
Teatro EuropAuditorium | Stagione 2020/2021
Marco Masini_foto di Angelo Trani.jpg

"Masini +1, 30th Anniversary" (Sony Legacy) è il nuovo album di Marco Masini, contiene 4 inediti, tra cui il brano sanremese "Il confronto", e 15 grandi successi dell'artista reinterpretati con colleghi e amici. Alcuni dei più importanti artisti del panorama musicale italiano hanno infatti deciso di festeggiare con Marco la sua fantastica carriera, prestando le loro voci e duettando con lui: Eros Ramazzotti, Giuliano Sangiorgi, Ermal Meta, Umberto Tozzi, Ambra Angiolini, Luca Carboni, Francesco Renga, Modà, Nek, Gigi D'Alessio, Jovanotti, Annalisa, Bianca Atzei, Giusy Ferreri, Fabrizio Moro e Rita Bellanza.
Nel 1990 usciva nei negozi "Marco Masini", l'omonimo primo album dell'artista toscano che nel corso degli anni ha pubblicato undici album in studio rimasti nel cuore degli italiani. Indimenticabili anche singoli come "T'innamorerai", "Bella Stronza", "Ci vorrebbe il mare", "L'uomo volante", "Raccontami di te" o, ancora, "Spostato di un secondo", brano con cui ha partecipato al Festival di Sanremo nel 2017.


ore 21.00

Info biglietti e prevendita


Informazioni
Telefono: +39 051 372540
info@teatroeuropa.it

A causa dell’emergenza sanitaria e alla luce delle relative disposizioni governative in tema di salute pubblica in merito ad assembramenti di persone, il concerto di Marco Masini, programmato al Teatro EuropAuditorium di Bologna il 30 aprile 2020 e già spostato al 13 ottobre 2020, è rimandato al 19 aprile 2021.

Massimo Ranieri - Sogno e son desto 500 volte

Teatro EuropAuditorium
Teatro EuropAuditorium | Stagione 2020/2021
Teatro EuropAuditorium | Stagione 2020/2021
1. Massimo Ranieri.jpg

A causa dell’emergenza sanitaria e alla luce delle relative disposizioni governative in tema di salute pubblica, lo spettacolo di Massimo Ranieri, previsto il 19 marzo e già posticipato al 26 maggio e al 12 dicembre 2020, è rinviato al 20 aprile 2021. I biglietti precedentemente acquistati rimarranno validi per la nuova data.


Una produzione Ra.Ma
ideato e scritto da Gualtiero Peirce e Massimo Ranieri
maestro di tip tap Giorgio De Bortoli
light designer Maurizio Fabretti

Dopo un tour trionfante negli Stati Uniti e in Canada, Sogno e Son Desto, lo spettacolo di Massimo Ranieri, continua ad andare in scena, quest’anno in una nuova veste. Sarà una magnifica avventura, sospesa tra il gioco della fantasia e le emozioni più vere della vita.

Dopo 500 straordinarie repliche in tutta Italia, Massimo Ranieri propone ancora una volta i suoi grandi successi musicali, non dimenticando mai d’interpretare il suo ruolo di attore e narratore. La tradizione umoristica napoletana s’intreccerà a diversi colpi di scena e in questa messa in scena Massimo Ranieri sarà ancor di più se stesso. Ospite dello spettacolo il ballerino Giorgio De Bortoli, lo storico insegnate di tip tap dello showman.

L’orchestra in scena è formata da Flavio Mazzocchi (pianoforte), Pierpaolo Ranieri (basso), Marco Rovinelli (batteria), Andrea Pistilli (chitarra classica), Tony Puja (chitarra elettrica), Donato Sensini (fiati) e Stefano Indino (fisarmonica).


Info biglietti e prevendita


Informazioni
Telefono: +39 051 372540
info@teatroeuropa.it

Marracash | In Persona Tour

Unipol Arena
Marracash-2.jpg

Alla luce delle ultime ordinanze emanate dal governo per far fronte all’emergenza sanitaria Covid-19, "IN PERSONA TOUR" di Marracash è stato rinviato alla primavera 2021. Pertanto il concerto all’Unipol Arena originariamente previsto il 24 aprile 2020 e già rimandato al 24 ottobre 2020, è posticipato al 22/04/2021. I biglietti precedentemente acquistati rimarranno validi per la nuova data. Maggiori info: www.friendsandpartners.it/in-tour-it/in-persona-tourwww.unipolarena.it


Non si fa mancare nulla Marracash: il nuovo album “Persona” conquista il disco di platino. In Persona Tour fa tappa all’Unipol Arena.

Eugenio In Via Di Gioia

Estragon Club
eugenio-in-via-di-gioia.jpg

A causa dell’attuale situazione sanitaria, il concerto è stato posticipato al 23 aprile 2021.

Dopo il successo dei precedenti tour gli Eugenio in via di Gioia tornano live. Nei live gli Eugenio In Via Di Gioia trovano la loro massima espressione artistica, ogni concerto è una festa e data dopo data si aggiungono nuovi spettatori.


Apertura porte: ore 19:00
Inizio evento: ore 21:00 

Info biglietti e prevendita

Orchestra da Camera Italiana | Salvatore Accardo

Teatro Auditorium Manzoni
Musica Insieme | I Concerti 2021
Musica Insieme | I Concerti 2021
26apr21_Accardo Salvatore.jpg

ORCHESTRA DA CAMERA ITALIANA
LAURA GORNA
violino
ERMANNO CALZOLARI contrabbasso
SALVATORE ACCARDO direttore e solista

Rossini Sonata a quattro n. 2 in la maggiore
Bottesini Gran duo concertante per violino e contrabbasso
Verdi Quartetto in mi minore (versione orchestrale)


Per informazioni: Fondazione Musica Insieme Tel. 051 271932
info@musicainsiemebologna.it www.musicainsiemebologna.it
App “Musica Insieme” disponibile su App Store e Google Play

Giuseppe Albanese

Teatro Auditorium Manzoni
Musica Insieme | I Concerti 2021
Musica Insieme | I Concerti 2021
3mag21_Albanese Giuseppe.jpg

GIUSEPPE ALBANESE pianoforte

Weber Invito alla danza (trascrizione di C. Tausig)
Delibes Valzer da Coppelia (trascr. di E. von Dohnányi)
Čajkovskij Suite da Lo schiaccianoci (trascr. di M. Pletnev)
Stravinskij Suite da L’uccello di fuoco (trascr. di G. Agosti)
Debussy Prélude à l’Après-midi d’un faune (trascr. di L. Borwick)
Ravel La Valse


Per informazioni: Fondazione Musica Insieme Tel. 051 271932
info@musicainsiemebologna.it www.musicainsiemebologna.it
App “Musica Insieme” disponibile su App Store e Google Play

Samuele Bersani | Cinema Samuele Tour

Teatro EuropAuditorium
Teatro EuropAuditorium | Stagione 2020/2021
Teatro EuropAuditorium | Stagione 2020/2021
CINEMA_BERSANI_COVER_low.jpg

Il 3 maggio 2021 Samuele Bersani porta il suo nuovo disco live al Teatro EuropAuditorium di Bologna. Uscito il 2 ottobre 2020 il nuovo disco di Samuele Bersani, Cinema Samuele (Sony Music), entra nella scena discografica a distanza di sette anni dall’ultimo disco di inediti Nuvola Numero Nove. L'album segna un nuovo percorso sonoro per l'artista, figlio di una lunga e attenta ricerca musicale, e racchiude 10 tracce in cui l'attualità irrompe nella sua poesia come il lampo di un proiettore che nel buio della sala arriva sul grande schermo improvviso, caldo e diretto. 10 canzoni che si presentano all’ascoltatore in maniera cinematografica, dove c'è una colonna sonora sorprendente da ascoltare ma anche immagini nitide, crude e poetiche da guardare, tutto ad un millimetro dal protagonista.


ore 21.00

Info biglietti e prevendita

Informazioni
Telefono: +39 051 372540
info@teatroeuropa.it


www.teatroeuropa.it

www.facebook.com/TeatroEuropaBologna

Enrico Nigiotti

Teatro Il Celebrazioni
Il Celebrazioni | Stagione 2019/20
Il Celebrazioni | Stagione 2019/20
Nigiotti.jpg

Enrico Nigiotti Live, in programma il 2 maggio 2020 e già rimandato al 20 ottobre 2020, è stato rinviato al 7 maggio 2021 (ore 21.00). I titoli di ingresso originari saranno validi per la nuova data mantenendo gli stessi posti.

Al via il 2 maggio 2020, dal Teatro Celebrazioni di Bologna, il nuovo tour di Enrico Nigiotti. L'artista darà vita ad uno spettacolo emozionante che, grazie alla sincerità della sua musica, creerà un'empatia unica con il suo pubblico. Il cantautore, che ha fatto della semplicità il suo marchio di fabbrica, torna live dopo il successo del Cenerentola tour preparandosi a riabbracciare i fan di tutta Italia che hanno imparato a conoscerlo nei talent musicali televisivi e che l'anno scorso lo hanno sostenuto al Festival di Sanremo dove ha presentato il brano "Nonno Hollywood", vincitore del Premio Lunezia.

Prevendite già aperte su www.ticketone.it. Dal 24 dicembre apriranno anche nei punti vendita abituali, compresa la biglietteria del Teatro.

Una produzione Friends & Partners


ENRICO NIGIOTTI


ore 21,00

Fiorella Mannoia | Padroni di Niente Tour

Teatro EuropAuditorium
Teatro EuropAuditorium | Stagione 2020/2021
Teatro EuropAuditorium | Stagione 2020/2021
Mannoia_21.jpg

Fiorella Mannoia torna live al Teatro EuropAuditorium il 12 maggio 2021 con il suo Padroni di Niente Tour che prende il nome dall'album di inediti dell’artista in uscita a novembre e anticipato in radio dal singolo “Chissà da dove arriva una canzone” scritto per Fiorella da Ultimo.


ore 21.00

Info biglietti e prevendita

Informazioni
Telefono: +39 051 372540
info@teatroeuropa.it


www.teatroeuropa.it

www.facebook.com/TeatroEuropaBologna

Finché social non ci separi

Teatro Duse
Teatro Duse
Teatro Duse
FINCHE' SOCIAL NON CI SEPARI - Katia Follesa & Angelo Pisani.jpg

AD Management

Katia Follesa - Angelo Pisani

FINCHÉ SOCIAL NON CI SEPARI
di Angelo Raffaele Pisani, Katia Follesa

in collaborazione con Luciano Federico
regia audio e luci Dino Pecorella
regia Angelo Raffaele Pisani, Katia Follesa

Hai mai detto a tuo marito che non sopporti che la sera venga a letto con le calze antiscivolo? Hai mai confessato alla tua fidanzata che ti piacerebbe che si ricordasse che sesso non e solo una parola del nostro vocabolario, ma anche un qualcosa che andrebbe praticato? Sei mai riuscito a dire al tuo compagno che prima di baciarti al mattino dovrebbe lavarsi i denti? Sei in grado di dire alla tua Lei che il lavandino serve per lavarsi e non come recipiente per i suoi trucchi?

Molte coppie convivono non dicendosi le cose e il risultato e che la coppia scoppia. Angelo e Katia, coppia sul palco in “Finché social non ci separi” ma soprattutto nella vita, hanno scelto di dirsi tutto, anche le cose meno belle, e per farlo si sono affidati all’ironia che smorza i toni senza sminuire l’importanza di ciò che ci si dice.

Tutto parte da una lista dei difetti. Katia scrive quelli di Angelo e lui fa altrettanto con quelli di lei. La lista viene subito mostrata al pubblico che non solo assisterà per tutto lo spettacolo allo scambio comico tra i due a suon di difetti, ma sarà anche chiamato a dire la propria attraverso il meccanismo dei bigliettini anonimi e dei social.


ore 21.00

Info biglietti

Lo spettacolo inizialmente previsto in data 8 maggio 2020  è stato riprogrammato il 13 maggio 2021. Restano validi i biglietti già acquistati. Info: teatroduse.it - Mail: biglietteria@teatroduse.it

30 anni e non li dimostra…

Teatro Duse
Teatro Duse
Teatro Duse
30 ANNI E NON LI DIMOSTRA - Maurizio Battista.jpg

AD Management

Maurizio Battista

30 ANNI E NON LI DIMOSTRA…
scritto e diretto da Maurizio Battista

Maurizio Battista con l’occasione di ripercorrere i suoi trent’anni di carriera, rivive l’Italia degli ultimi decenni , con i suoi vizi, le sue virtù e le sue mode. Musica, giochi, tecnologie, rapporti personali e mille altre situazioni della nostra vita, hanno subito dei cambiamenti epocali.

Maurizio con la sua arguzia cercherà di capire se la nostra società si sia involuta o evoluta, per farci divertire con questo spaccato dell’Italia a specchio nella sua vita personale anch’essa decisamente cambiata di pari passo con i tempi. Sarà uno spettacolo in cui i suoi ricordi personali si fonderanno con quelli di tutti, evocando situazioni ed esperienze che ci hanno portato ad oggi.

Come nella migliore tradizione italiana, il comico guarda le cose dal proprio angolo particolare , grazie alla capacità di cogliere il lato buffo delle cose e alla propria spiccata autoironia, confeziona uno spettacolo allegro, talvolta amaro, ma sempre molto divertente.


ore 21.00

Info biglietti

Lo spettacolo inizialmente previsto in data 16-17 maggio 2020  è stato riprogrammato il 14 e 15 maggio 2021. Restano validi i biglietti già acquistati. Info: teatroduse.it - Mail: biglietteria@teatroduse.it

Raf Tozzi | Live Teatri 2021

Teatro EuropAuditorium
Teatro EuropAuditorium | Stagione 2020/2021
Teatro EuropAuditorium | Stagione 2020/2021
1. Foto Raf -Tozzi.jpg

Raf e Umberto Tozzi tornano a esibirsi insieme in un imperdibile tour nei teatri, che arriva al Teatro EuropAuditorium di Bologna. Due repertori indimenticabili, rivisitati a due voci, uniti all’atmosfera intima dei teatri, che si scalderà grazie a una scaletta straordinaria, in cui non potranno mancare i loro grandi successi, da “Gloria” a “Self Control”, da “Si può dare di più” a “Cosa resterà degli anni 80”, da “Infinito” a “Ti amo”, ma anche “Ti pretendo”, “Gli altri siamo noi”, “Il battito animale”, “Immensamente”, il loro ultimo brano a due “Come una danza” e molti altri, tra cui la super hit, “Gente di Mare”.


ore 21.00

Info biglietti e prevendita

Informazioni
Telefono: +39 051 372540
info@teatroeuropa.it

A causa dell'emergenza sanitaria e alla luce delle relative disposizioni governative in tema di salute pubblica in merito ad assembramenti di persone, il concerto di Raf e Tozzi, inizialmente previsto il 2 marzo 2020, e già posticipato al 20 maggio 2020 e al 17 novembre 2020, è rinviato al 16 maggio 2021 (ore 21.00).

Orchestra I Pomeriggi Musicali | Francesca Dego | Alessandro Cadario

Teatro Auditorium Manzoni
Musica Insieme | I Concerti 2021
Musica Insieme | I Concerti 2021
17mag21_Cadario Alessandro 3.jpg

ORCHESTRA I POMERIGGI MUSICALI
FRANCESCA DEGO
violino
ALESSANDRO CADARIO direttore

Martucci Notturno op. 70 n. 1
Taralli Concertino Quarto per violino e orchestra
             nuova composizione commissionata da Musica Insieme – prima esecuzione assoluta

Ravel Tzigane – Rapsodia da concerto per violino e orchestra
Fauré Pelléas et Mélisande
Ravel Le tombeau de Couperin


Per informazioni: Fondazione Musica Insieme Tel. 051 271932
info@musicainsiemebologna.it www.musicainsiemebologna.it
App “Musica Insieme” disponibile su App Store e Google Play

Francesco Renga | Insieme Tour 2021

Teatro EuropAuditorium
Teatro EuropAuditorium | Stagione 2020/2021
Teatro EuropAuditorium | Stagione 2020/2021
Francesco Renga.jpg

Francesco Renga torna live nel 2021 con Insieme Tour, con tappa al Teatro EuropAuditorium di Bologna il 17 maggio 2021.

“Mai come questa volta programmare un nuovo tour mi provoca così tante emozioni – racconta Renga - tanta è la voglia di tornare a cantare per la mia gente, con la mia gente! Finalmente sperare di poterli abbracciare tutti e magari non solo con lo sguardo. È un po’ come tornare a vivere, una vera e propria epifania”.


ore 21.00

Info biglietti e prevendita

Informazioni
Telefono: +39 051 372540
info@teatroeuropa.it


www.teatroeuropa.it

www.facebook.com/TeatroEuropaBologna

Joe Satriani | The Shapeshifting Tour 2021

Teatro EuropAuditorium
Teatro EuropAuditorium | Stagione 2020/2021
Teatro EuropAuditorium | Stagione 2020/2021
Joe_Satriani.jpg

Joe Satriani, una delle figure più prestigiose nella storia della musica rock, nel 2021 sarà live al Teatro Europauditorium di Bologna. Vero e proprio pioniere, nonché esempio di stile per tutti coloro che a lui si sono ispirati, Joe Satriani è uno dei musicisti più acclamati al mondo, nato artisticamente negli anni '80, l'epoca d'oro dei chitarristi, visti come dei veri e propri eroi. Nato a Long Island, classe 1956, Satriani comincia a suonare la chitarra da autodidatta a 14 anni, influenzato dal grande amore per Jimi Hendrix, per poi diventare uno dei chitarristi più prestigiosi della storia del rock calcando i palchi di tutto il mondo insieme a rockstar come Mick Jagger e Glenn Hughes.


ore 21.00

Info biglietti e prevendita


Informazioni
Telefono: +39 051 372540
info@teatroeuropa.it

In seguito all'emergenza Coronavirus,  il concerto di Joe Satriani in programma il 10 maggio 2020, è stato rinviato al 24 maggio 2021 (ore 21.00). I biglietti precedentemente acquistati rimarranno validi per la nuova data.

Mario Brunello

Teatro Auditorium Manzoni
Musica Insieme | I Concerti 2021
Musica Insieme | I Concerti 2021
14giu21_Brunello Mario.jpg

MARIO BRUNELLO violoncello
ATELIER DELL’ERRORE laboratorio di arti visive
QUARTETTO FAUVES quartetto
VERONICA RODELLA flauto
STEFANO BORGHI clarinetto
PIETRO FRESA, GIULIA CONTALDO pianoforti
GIULIO MARIGNETTI contrabbasso
ROBERTO MARRA percussioni

Saint-Saëns Il carnevale degli animali


Per informazioni: Fondazione Musica Insieme Tel. 051 271932
info@musicainsiemebologna.it www.musicainsiemebologna.it
App “Musica Insieme” disponibile su App Store e Google Play

Van der Graaf Generator

Teatro Il Celebrazioni
Il Celebrazioni | Stagione 2019/20
Il Celebrazioni | Stagione 2019/20
van der graaf.jpg

Van Der Graaf Generator, in programma l'8 aprile 2020 e già rimandato all'8 ottobre 2020, è stato rinviato al 14 settembre 2021 (ore 21.00). I titoli di ingresso originari saranno validi per la nuova data mantenendo gli stessi posti.

La band inglese, formata da Peter Hammill (voce, chitarra e pianoforte), Guy Evans (batteria) e Hugh Banton (tastiere, basso elettrico, chitarra) e nata nel 1967 a Manchester, torna live per festeggiare insieme al pubblico la sua brillante carriera. Alla fine degli anni '60 il gruppo comincia a farsi strada con la sua particolarissima visione musicale del tutto inclassificabile. Elementi di jazz, elettronica, classica, blues e soul si trasformano dando vita ad una musica sperimentale. La band è un quartetto rock, ma senza chitarre, che utilizza invece strumenti come organo, flauto, sassofono e piano, modificati per produrre suoni poi arricchiti con raffinatissimi effetti di sovraincisione. Album come "Pawn Hearts" (Charisma Records, 1971) e "Still Life" (Charisma Records, 1976) catturano al meglio l'essenza di un gruppo che tuttavia è nella dimensione live che si esprime al meglio. Tra il 1969 e il 1978 i VDGG trascorrono infatti interi anni in tour particolarmente impegnativi e proprio in Italia trovano un pubblico adorante e vastissimo. Un'esperienza incredibile che in alcuni anni porta i vari membri del gruppo a cercare respiro in esperienze soliste (alle quali peraltro collaborano spesso anche gli altri VDGG). Peter Hammill è certamente quello che negli anni ha ottenuto maggiore visibilità con una produzione musicale sempre originale e molto varia che gli ha fatto vincere nell'ottobre 2004 anche il Premio Tenco alla carriera. Il presente parla di un Peter Hammill in piena attività, sia come solista sia con la band. I VDGG infatti non hanno mai smesso di esibirsi e si preparano a conquistare ancora una volta il cuore dei fan italiani.

VAN DER GRAAF GENERATOR


ore 21,00

Clap Your Hands Say Yeah

Covo Club
Covo Club concerti 2020/21
Covo Club concerti 2020/21
Clap Your Hands Say Yeah.jpg

In qualsiasi discussione circa cantautori e parolieri indie del 21 ° secolo, Alec Ounsworth e il suo moniker, Clap Your Hands Say Yeah, occuperanno sempre un posto di rilievo. In pochi sono stati così brillanti, eclettici e intimi, in modo costante e sulla lunga distanza, rifiutandosi di firmare accordi che rischierebbero di compromettere l’autenticità della visione artistica per rimanere spavaldamente indipendenti. Questo è ciò che caratterizza maggiormente l’opera di Ounsworth, in particolare il progetto a vita che ha avviato all’inizio degli anni 2000, Clap Your Hands Say Yeah. E con ogni uscita, fin dal suo esordio omonimo nel 2005, ha raffinato e ampliato il suo suono, assecondando una serie sempre più vasta di influenze.
Prolifici ed enigmatici come sempre, i suoi lavori recenti sono un incontro tra l’eccentrico spirito anticonformista di sempre e una meritata sicurezza di sé, unita a una buona dose di ambizione e senso della misura.
Dirigendosi sempre verso nuovi orizzonti in termini di arrangiamento e connessione con il suo pubblico, dopo quasi due decenni Ounsworth e la sua band continuano a essere una delle realtà più originali del panorama indie mondiale.


Info biglietti e prevendite

David Garrett & Band | Unlimited Live 2021

Unipol Arena
concerto
concerto
David_Garrett-detail.jpg

Dopo avere collezionato successi in 14 nazioni, nel 2020 David Garrett prosegue con il suo tour mondiale Unlimited Live 2020, portando il suo straordinario crossover anche in Italia.

Avvalendosi di nuove tecnologie, l’artista miscela musica e video per produrre un’esperienza di concerto sorprendente, quasi cinematografica Il violinista e rockstar emoziona i suoi fan con un mix di pezzi inediti, arrangiamenti unplugged e le versioni più appassionanti delle sue hit di maggiore successo.

Che si tratti di un pezzo pop o di musica classica, David Garrett stupisce ancora una volta con la sua strabiliante virtuosità. Il suo nuovo show, tanto elettrizzante quanto intimo, ha già stregato più di 200.000 fan nel tour di quest'anno. Sin dagli esordi della sua carriera, David Garrett non ha mai permesso ai limiti dei vari generi musicali di contenerlo. Pertanto Unlimited è ben più del titolo di un tour: è la sua filosofia musicale, una passione per la creatività senza confini.

Il concerto di David Garrett & Band è organizzato da IMARTS in collaborazione con Teatro EuropAuditorium e Studio's e si tiene all'Unipol Arena di Casalecchio di Reno (BO).


A causa delle disposizioni in materia di contenimento del Coronavirus, il concerto Unlimited Live di David Garrett presso l'Unipol Arena, inizialmente previsto per il 18 ottobre 2020, è stato posticipato al 15 ottobre 2021 (ore 21.00). I biglietti già acquistati rimangono validi per la nuova data.

I Musici di Francesco Guccini

Teatro Il Celebrazioni
Il repertorio e la band di Francesco Guccini | Il Celebrazioni | Stagione 2019/20
Il repertorio e la band di Francesco Guccini | Il Celebrazioni | Stagione 2019/20
i musici di Guccini.jpg

A causa del perdurare dello stato di emergenza e dell'applicazione delle misure atte al contenimento della diffusione del Covid-19, il concerto I Musici di Francesco Guccini cantano Guccini, inizialmente programmato l'8 maggio 2020 e già rimandato al 16 gennaio 2021, è ulteriormente rinviato al 22 ottobre 2021 (ore 21.00). I biglietti già acquistati rimarranno validi per la nuova data mantenendo gli stessi posti. Per eventuali richieste o chiarimenti, è possibile rivolgersi all'organizzazione dell'evento scrivendo a info@vizidarte.it.

I Musici sono una band composta da musicisti che hanno accompagnato e collaborato con Francesco Guccini nel corso della sua lunga carriera artistica.
Nel Corso degli ultimi due anni hanno partecipato ad alcuni fra i più importanti e prestigiosi festival musicali italiani: Premio Tenco 2015, Verona Folk Festival 2015, Estate Fiorentina 2015, Festival di Villa Bombrini 2015, Musica nei Borghi 2015, Su La Testa 2015, Irlanda in Festa 2015, Divino Festival 2016, Festival della Bellezza 2016, Happening delle Cooperative sociali 2016, Festival Villa Arconati 2016, Teatro La Versiliana 2016, Guccini International 2016.
Come noto Guccini non ha più intenzione di fare concerti e calcare i palcoscenici; saranno, quindi i Musici ad eseguire i grandi successi ed i brani che hanno reso famoso Francesco Guccini in tutta Italia, con il compito di continuare ad emozionare il pubblico riproponendo, sui vari palchi d'Italia, le canzoni del poeta: "Il vecchio e il bambino", "La locomotiva", "Autogrill", "L‘Avvelenata", "Auschwitz", "Dio è morto", fino ad arrivare a brani come "Noi non ci saremo", "Canzone per un‘amica", "Vedi cara" e "Cyrano".
Per rendere i live ancora più coinvolgenti i Musici racconteranno aneddoti sulle esperienze e sui tanti momenti vissuti insieme al fianco di Guccini.


I MUSICI DI FRANCESCO GUCCINI
Il repertorio e la band di Francesco Guccini


ore 21,00

Asaf Avidan | Anagnorisis Tour

Teatro Duse
Teatro Duse
Teatro Duse
Asaf-Avidan.jpg

A causa delle disposizioni in atto in materia di Covid19, il concerto al Teatro Duse di Asaf Avidan inizialmente previsto il 23 febbraio 2021 è rinviato a mercoledì 27 ottobre 2021. I biglietti precedentemente acquistati sono validi per la nuova data. Info: teatroduse.it


IMARTS International Music and Arts
Asaf Avidan
Anagnorisis Tour

Con numerosi dischi d’oro e di platino in oltre 15 paesi, a tre anni dall’ultima apparizione sui palchi italiani, Asaf Avidan annuncia il suo ritorno nel 2021 con Anagnorisis Tour, i concerti a supporto del nuovo album Anagnorisis. Dopo quasi dieci anni di tour no stop, Asaf Avidan, alla soglia dei quarant’anni, decide di prendersi ‘at least one year off the road’ per riflettere sulla propria carriera artistica e sulla sua vita personale, per godere di momenti di pace, per assaporare l’arte, per riscoprire sé stesso, per vivere diversamente e, di conseguenza, per comporre musica in un modo nuovo. Dopo essersi trasferito in una magnifica tenuta nel centro Italia, diventata poi il suo studio di registrazione, circondato da campi, olivi e da tantissimo blu, Asaf Avidan prova a scoprire nuovamente il suo sé.

Mentre i precedenti album, tra cui Different Pulses o The Reckoning, sono stati scritti in un paio di settimane, per il nuovo disco il processo creativo è stato altamente influenzato dalla natura e dal silenzio, quasi ne seguisse i ritmi.
Il titolo del nuovo lavoro si rifà ad una parola coniata da Aristotele per definire quel particolare ed improvviso momento in cui si rivela il proprio carattere, la propria identità, trascendendo dall’ignoranza alla conoscenza. Ogni brano del nuovo disco sembra riecheggiare con radici profonde che scavano verso l’interno con strutture curate e precise, arricchite da correnti musicali che spaziano dall’hip-hop anni ’90 al pop più attuale, fino alla musica gospel.

Tutte le voci contenute in Anagnorisis sono di Asaf Avidan, che ha registrato alcune strofe fino a dodici volte per sovrapporre, con differenti tonalità, la stessa voce. Anche tutti gli strumenti nel disco sono stati suonati solamente da Asaf. Mille sfumature che appartengono ad un’unica figura, in grado di spaziare dal falsetto al baritono fino alla sua inconfondibile tonalità vocale androgina.

Il disco è stato registrato in parte nel suo piccolo studio a Tel Aviv, dove Asaf è stato affiancato dal fidato collaboratore Tamir Muskat, già al lavoro su Different Pulses e Gold Shadow, ed in parte, causa lockdown, nella propria casa in Italia, ma questo ha favorito la sua libertà a poter suonare e registrare anche in piena notte, lasciandosi trascinare dal flusso creativo e dal magico silenzio. Il vero Anagnorisis per Asaf Avidan, la vera rivelazione, è che la complessità, la molteplicità e la confusione sono parte dell’esistenza umana. Di conseguenza, non c’è mai un solo momento di chiarezza che rappresenti più verità di qualsiasi altro.


ore 21:00

Info biglietti

Il concerto, inizialmente previsto il 2 aprile e già posticipato al 9 settembre 2020 a causa dello stato di emergenza Covid-19  è stato riprogrammato il 13 aprile 2021. Restano validi i biglietti già acquistati. Info: teatroduse.it - Mail: biglietteria@teatroduse.it

Nessun evento