La Shoah nell’Europa orientale

online
quattro lezioni online
quattro lezioni online
Immagine per Corso Salomoni.jpg

L’occupazione nazista ha segnato una cesura radicale nei territori multietnici, multiconfessionali e plurilinguistici dell’Europa orientale, offrendo un contesto di legittimità alle sue tradizionali forme di violenza intercomunitaria. Il corso si propone di riflettere sulle ragioni della partecipazione delle popolazioni locali all’annientamento degli ebrei perpetrato dai tedeschi, come combinato di antisemitismo, obbedienza all’autorità e ricerca del nemico interno, convenienza politica ed economica, avidità e carrierismo. L’attenzione sarà poi portata alla volontà, individuale o collettiva, degli ebrei di resistere – nell’immediato dopoguerra – alla cancellazione dei loro siti in rovina. Come si reagì a politiche di riedificazione del territorio che davano forma a uno spazio privo dei segni di un evento traumatico? Infine, si ragionerà sulla profonda trasformazione che ha subito, negli ultimi anni, il modo di concepire la ricerca su violenza e genocidio per effetto di una straordinaria espansione delle tradizionali “zone d’archivio”, comprese quelle orali, narrative, visuali, materiali, archeologiche. Si sono così sviluppate originali forme di negoziazione tra estetica, etica, politica e storia, nuove tipologie di “memoria culturale” delle collettività, che risultano sempre più indispensabili per la costruzione sociale del passato.
 

Docente Antonella Salomoni,  professore ordinario di Storia contemporanea presso il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali, Università della Calabria, dove è titolare dei corsi di Storia dei diritti umani e culture della pace e Storia dei servizi sociali. Insegna Storia della shoah e dei genocidi presso il Dipartimento di Storia, Culture e Civiltà, Università di Bologna. E' membro del corpo docente del dottorato Global History and Governance, Scuola Superiore Meridionale. Nel triennio 2019-2021 condurrà come Principal Investigator del PRIN 2017 la ricerca "Political cultures in the transition from Communism to "illiberal democracies". The cases of Russia, Ukraine and Poland".
 

Calendario delle lezioni:

lunedì 25 gennaio | ore 18.00
Prima: l’esperienza del pogrom

lunedì 1 febbraio | ore 18.00
Durante: lo spazio del genocidio

lunedì 8 febbraio | ore 18.00
Dopo: rovine materiali e mentali

lunedì 15 febbraio | ore 18.00
Creare con le parole e con la pietra
 

Costo: € 60,00
Iscrizioni entro il 20 gennaio 2021
MODALITÀ DI PAGAMENTO
• bonifico bancario presso UNICREDIT di Bologna | intestato a Fondazione Museo Ebraico di Bologna IBAN: IT11S0200802513000001636266
Inviare modulo di iscrizione, scaricabile anche dal sito www.museoebraicobo.it e copia del codice fiscale a: amministrazione@museoebraicobo.it
 

Il corso si svolgerà ONLINE, sulla piattaforma ZOOM |Gli iscritti prima dell’inizio di ogni lezione riceveranno la mail con il link per accedere
 

Info: Museo Ebraico di Bologna  info@museoebraicobo.it | 051 2911280 | 051 6569003 |